rotate-mobile
Mercoledì, 17 Agosto 2022
Attualità

Acqua, l'Ersi toglie la gestione autonoma del servizio idrico a 21 piccoli comuni: due nel Chietino

L'Ente Regionale Servizio Idrico Integrato (Ersi) con deliberazioni del 30 giugno 2022 ha stabilito che 21 su 25 piccoli comuni che gestivano autonomamente il servizio idrico non saranno più legittimati a farlo

L'Ente Regionale Servizio Idrico Integrato (Ersi) con deliberazioni del 30 giugno 2022, ha approvato le istruttorie sulla gestione autonoma del servizio idrico integrato per 25 piccoli comuni montani, che hanno dato esito negativo: 21 comuni su 25 vengono ritenuti dall'Ersi non legittimati a gestire la propria rete idrica come hanno sempre fatto finora.

La conseguenza, spiega Ansa, è che entro il 30 settembre i 6 ambinti dell'Abruzzo subentreranno ai servizi idrici comunali.

I comuni "non legittimati" sono Roio del Sangro, Calascio, Rocca Pia, Corvara, Pennadomo, Sant'Eufemia a Maiella, Anversa degli Abruzzi, Fano Adriano, Castel del Monte, Campotosto, Scontrone, Villetta Barrea, Capitignano, Barete, Barrea, Alfedena, Capestrano, Canistro, San Valentino, Bussi sul Tirino e Civitella Roveto.

Ma 15 sindaci protestano e stanno valutando l'affidamento dell'incarico a uno studio legale per la tutela degli interessi dei propri cittadini utenti: un effetto immediato negativo per i cittadini con un aumento delle tariffe, a fronte di improbabili investimenti e potenziamenti del servizio viste le condizioni economiche in cui versano tali aziende.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Acqua, l'Ersi toglie la gestione autonoma del servizio idrico a 21 piccoli comuni: due nel Chietino

ChietiToday è in caricamento