Verso un nuovo Dpcm, Marsilio al Governo: "Tornare alla zona gialla e abbassare le soglie di Rt previste"

I presidenti di Regione chiedono di modificare l'indice di contagio per il passaggio da zona gialla ad arancione e poi a rossa

"L'Abruzzo dovrà essere zona gialla dal 7 gennaio". È fermo sulla posizione già espressa il presidente della Regione, Marco Marsilio, che lo ha ribaduto questa notte nel corso della riunione Governo-Regioni, dicendo la sua sulle ipotesi formulate dai Ministri Speranza e Boccia a nome del Governo.

Secondo le indiscrezioni circolate da ieri, già nella serata di oggi potrebbe essere firmato il provvedimento con le misure da adottare dopo il 7 gennaio, quando scadrà l'ultimo decreto con le limitazioni festive. 

Nel dettaglio, resterebbero il divieto di spostamento tra regioni, ristoranti e bar chiusi nel weekend e divieto di ospitare più di due persone a casa. 

Le proposte sarebbero due: quella di mantenere in vigore le misure vigenti fino al 15 gennaio (arancione nei feriali e rossa nel weekend), oppure di tornare in zona gialla per il 7 e 8 gennaio, per poi passare alle misure della fascia arancione nel weekend del 9 e 10 e, successivamente, sulla base del monitoraggio, assegnare le fasce per la settimana seguente.

Il presidente della Regione Abruzzo, però, ha chiesto al Governo "di non stravolgere un’altra volta le regole a cui famiglie e imprese hanno cercato di adeguarsi e sulle quali stanno da settimane cercando di programmare il loro futuro. La posizione dell’Abruzzo è che bisogna dare un quadro di stabilità che consenta di affrontare il prossimo futuro con un minimo di prospettive. Dal 7 gennaio occorre tornare alla disciplina pre-natalizia che prevede la divisione in tre fasce".

"Ho condiviso, come tutti i miei colleghi, la proposta di abbassare le soglie di Rt previste per il passaggio da gialla ad arancione - prosegue il governatore - e poi a rossa (portando i limiti oggi previsti a 1,50 e 1,25, rispettivamente a 1,25 e 1,00). Ma un conto è fare una ‘manutenzione’ dello strumento anche sulla scorta dell’esperienza fatta, altro sarebbe cambiare un’altra volta in corsa le ‘regole del gioco’".

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • A Megalò arriva il colosso irlandese Primark

  • VIDEO-In Italia per girare lo spot della pasta De Cecco, multato per assembramenti l'attore Can Yaman

  • L'Abruzzo torna in zona arancione da domenica

  • Esce dal negozio con le scarpe nuove ai piedi, dopo aver messo le vecchie nella scatola: denunciato

  • Allerta meteo della Protezione civile: nevicate fino a quote collinari

  • Focolaio dopo l'uccisione del maiale: a Pizzoferrato salgono a 71 i positivi

Torna su
ChietiToday è in caricamento