L'Abruzzo aderisce alla giornata mondiale per la sicurezza delle cure

Palazzi istituzionali, monumenti e simboli delle città verranno illuminati di color arancione per promuovere la cultura positiva del rischio sanitario

Palazzi istituzionali, monumenti e simboli delle città abruzzesi illuminati di color arancione, per promuovere la cultura positiva del rischio sanitario e ricordare che spetta a tutti noi collaborare per mantenere sicuri i nostri ospedali. Anche l’assessorato regionale alla Sanità aderisce al World Patient Safety Day, la giornata mondiale per la sicurezza delle cure e dei pazienti – istituita dall’Organizzazione Mondiale della Sanità - in programma il 17 settembre prossimo.

Per celebrare la Giornata, la Regione e le Asl hanno realizzato questo spot che sarà veicolato attraverso i rispettivi canali social:

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Un’iniziativa a cui l’Italia partecipa dallo scorso anno, attraverso una serie di iniziative coordinate sul territorio dalle Regioni e dalle Asl.

Quest’anno la sicurezza delle cure assume un significato particolare nel contesto dell’epidemia Covid 19, che ha evidenziato l’importanza di sensibilizzare sempre di più i cittadini sull’argomento.

Non a caso, infatti, l’Oms ha proposto come tema dell’edizione 2020 l’interrelazione tra sicurezza degli operatori sanitari e sicurezza dei pazienti: la sicurezza dei primi deve essere una priorità proprio per garantire la sicurezza dei secondi. Si tratta, però, di un traguardo che può essere centrato solo collaborando insieme e ponendo in essere comportamenti corretti da parte di tutti.






 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • La Pantafica, lo spaventoso spettro notturno secondo la credenze popolare abruzzese

  • Comunali Chieti: exit poll e prime proiezioni

  • Coronavirus: 54 nuovi casi in Abruzzo, la maggior parte in provincia di Chieti e c'è anche un morto

  • Chieti sceglie il nuovo sindaco: ha votato il 67,87%, più del 2015 - LA DIRETTA

  • Il Comune di Atessa assume 5 impiegati a tempo indeterminato: bando e scadenza

  • Crea scompiglio e infastidisce i clienti in un bar a Chieti Scalo: arrestato 36enne

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
ChietiToday è in caricamento