Domenica, 19 Settembre 2021
Animali

Demenza senile canina: cos’è e come riconoscerla

Non sono dispetti

@unsplash

Anche i cani possono soffrire di demenza senile, nota anche come ccd o disfunzione cognitiva del cane. Questa provoca una serie di involuzioni e regressioni, che porteranno al declino delle capacità del pet. Ma come capire se il proprio animale soffre di demenza senile o se è solamente stanco per via dell’età? Vi sveliamo i sintomi da riconoscere.

Sintomi demenza senile del cane

È vero che un cane anziano correrà meno, ci sentirà e meno e vedrà meno. Tuttavia è possibile che mostri anche un deterioramento cognitivo, che incideranno sulla sua qualità di vita e sul rapporto con il suo umano.

Accede che il tessuto cerebrale del cane venga sostituito da placche di sostanza amiloide, provocando una serie di blocchi. In poche parole, il cervello non funzionerà bene. Per capire se il proprio cane soffre di demenza senile, bisogna prestare attenzione a determinati sintomi, quali:

  • disorientamento
  • confusione
  • cammina senza meta
  • non riconosce persone e cose famigliari
  • risponde poco agli stimoli
  • non ubbidisce
  • è nervoso
  • presenta anomalie del ciclo sonno-veglia
  • non trattiene i bisogni

Può, inoltre, essere affetto da convulsioni e sbattere la testa contro il muro.

Terapia

Bisogna prestare grande attenzione al proprio cane per capire che si tratti di demenza senile. Rilevate le problematiche, è utile rivolgersi a un veterinario di fiducia, che effettuerà una serie di analisi, quali esami del sangue, feci e urine completi, visita cardiologica, ecografia addominale e visita, che serviranno per escludere altre patologie.

Il miglior modo per affrontare questa problematica è attuare una terapia multimodale, per sostenere il cane anche usando farmaci e integratori.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Demenza senile canina: cos’è e come riconoscerla

ChietiToday è in caricamento