Animali

Lavare i cani, con Rolling Dogs scopriremo come farlo correttamente

Prendersi cura dell’igiene del cane: gli amici di Rolling Dogs, ci spiegano come lavare i pelosi nel modo giusto

Tra cane e proprietario esiste un rapporto d’amore e solo chi ha vissuto questa esperienza può capire realmente il legame che si instaura. 

Così profondo e sincero, il rapporto tra il quattro zampe e la persona che decide di condividere la sua vita con lui, si basa sulla fiducia reciproca che cresce e si rafforza nel tempo. Tra di loro si crea una magia difficile da spiegare, ma che ha effetti benefici per entrambi. 

I cani sono animali molto sensibili soprattutto nei confronti delle persone che li circondano. Per quanto riguarda i proprietari, invece, occuparsi di un animale li spinge ad avere uno stile di vita più attivo e ad avere più cura di sé stessi. Sul piano emotivo, inoltre, i cani riempiono la vita di gioia e allegria.

Il peloso diventa a tutti gli effetti un membro della famiglia, con cui trascorrere il proprio tempo, condividere esperienze della vita quotidiana come una semplice passeggiata o momenti di svago, ad esempio vacanze e viaggi

Spesso si pensa che, visto che fanno parte della nostra vita, dobbiamo rapportarci a loro utilizzando il nostro punto di vista. Dalle cose più semplici come scegliere se utilizzare il collare o la pettorina, a quelle più importanti, in realtà il nostro compito è quello di imparare a capire le sue necessità

Il classico esempio è il lavaggio del peloso. In estate, trascorrendo molto tempo all’aria aperta, si pensa che sia necessario lavarlo frequentemente, ma in base all’approccio cognitivo-relazionale, possiamo scoprire come in realtà questa sia una nostra visione che contrasta con la natura del peloso, come ci aiutano a capire gli amici di Rolling Dogs.

Come prendersi cura dell’igiene del cane

Spesso si pensa che quello che fa bene a noi, debba farlo necessariamente anche al cane. La tendenza, quindi, è quella di lavarlo perché ci si vuole prendere cura della sua igiene in questo modo. Invece dobbiamo entrare nell’ottica che se per noi una doccia è sinonimo di freschezza e pulizia, per il peloso non ha lo stesso significato. 

Normalmente la routine di igiene del cane non consiste nel lavarsi o immergersi nell’acqua, ma prendersi cura del corpo con la bocca, in particolare con i denti e la lingua. La bocca, poi, può essere anche quella di un altro cane che provvede alla pulizia del pelo (grooming). 

IMG_3402-2

Questo nostro approccio in cui si pensa di dover lavare periodicamente il cane nasce dalla convinzione che sia necessario fargli il bagno per eliminare il suo odore. Spesso, però, l’odore del peloso è cattivo per colpa nostra che lo facciamo mangiare male o uscire poco all’aperto, oppure ancora per lo stress accumulato. Se invece impariamo a fargli trascorrere molte ore all’esterno o a farlo mangiare in modo corretto, il cane sarà quasi inodore, per lo meno per come è abituato il nostro naso. 

Come sappiamo, i pelosi hanno un olfatto molto sviluppato, fondamentale per il loro equilibrio psicofisico, ed è importante preservare il loro odore naturale. Ecco perché non bisogna coprirlo con profumi artificiali perché vanno contro la loro natura. 

IMG_2411-2

Soprattutto in estate può succedere che il cane abbia un odore particolare e per le razze che ne sono provviste, questo è dovuto al sottopelo. Se ad esempio si tuffano in acqua, il sottopelo tende ad impregnarsi e si asciuga a fatica, rimanendo sempre umido. La soluzione migliore, non solo in questa stagione, ma nel corso di tutto l’anno, è quella di spazzolarlo con regolarità. Con la spazzolatura, il manto si libera dei peli morti, così da facilitare l’asciugatura, la ricrescita e la respirazione della cute.

Come lavare i cani nel modo corretto

Nonostante sia preferibile lavare i cani il meno possibile, ci sono delle situazioni in cui non possiamo evitarlo. Può succedere che i pelosi, giocando o durante una passeggiata, si sporchino con qualcosa che ha un odore poco piacevole e in punti difficili da raggiungere per loro come il collo e la schiena. In questo caso il bagno è inevitabile, ma bisogna procedere in modo corretto, ricordando sempre che il quattro zampe non deve mai essere forzato a fare quello che non vuole. 

IMG_2617-2

Calma e movimenti delicati sono alla base dell’approccio da mantenere nei confronti del cane in qualsiasi occasione. Non dobbiamo mai sovrastarlo, ma soprattutto dobbiamo abituarlo al nostro tocco fin da piccoli: noi dobbiamo imparare a manipolarlo con massaggi frequenti in vari punti del corpo e lui deve imparare gradualmente ad essere toccato e ad accettare il contatto di oggetti come la spazzola sul proprio pelo. 

Quando arriva il momento del bagno e della scelta dei prodotti, bisogna optare per quelli naturali, senza profumazioni, derivati petrolchimici, parabeni e siliconi. Inoltre, va fatta molta attenzione alla temperatura dell’acqua, mai utilizzarla troppo fredda o troppo calda, ma tiepida!

Ovviamente non dobbiamo assolutamente mettere il peloso sotto il getto diretto dell’acqua, ma farlo avvicinare gradualmente al doccino. Quando apriamo l’acqua, la pressione deve essere minima e il getto va puntato verso terra. 

Il doccino deve essere avvicinato gradualmente alle zampe posteriori per poi salire pian piano verso la groppa. Per far rimanere il peloso in posizione possiamo mettere una mano sul petto. A questo punto, sempre con estrema calma, possiamo bagnare il resto del corpo, facendo attenzione a non rivolgere il getto dell’acqua verso la testa e le orecchie. Questi sono punti molto delicati e li laveremo massaggiando il sapone con delicatezza e senza l'acqua diretta.

Una volta sciacquato, non resta che asciugare il cane: muniti di un asciugamano grande, dobbiamo avvolgerlo facendo attenzione a non coprirgli mai la testa. Per rimuovere l’eccesso d’acqua bisogna frizionare per bene. Il resto dell’asciugatura può essere fatta lasciando i pelosi all’aria aperta, senza ricorrere all’utilizzo del phon perché potrebbe spaventarli. Nel caso in cui fossimo comunque costretti ad utilizzarlo, come sempre dobbiamo abituare il cane, aiutarlo ad accettare gradualmente questo oggetto, con calma e senza forzarlo mai. 

Per lavare il cane senza errori possiamo seguire i consigli del video realizzato da Ilari Facchinetti e Matteo Baldi di Rolling Dogs.

Farlo sentire a suo agio e prenderci cura della sua igiene è davvero semplice. Continuate a seguirci e scoprirete tutti i consigli che hanno in serbo i responsabili di Rolling Dogs.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Lavare i cani, con Rolling Dogs scopriremo come farlo correttamente

ChietiToday è in caricamento