Video I I pub della droga allo Scalo: tre arresti e 50mila euro di sostanze stupefacenti sequestrate

L'operazione della squadra mobile della questura di Chieti è iniziata una settimana fa, con il pedinamento di un pusher noto alle forze dell'ordine

Attendere un istante: stiamo caricando il video...
Attendere un istante: stiamo caricando il video...
 

Tre arresti, due persone denunciate in stato di libertà, 200 grami di cocaina e 100 grammi di hashish sequestrati. Lo stupefacente avrebbe potuto fruttare sul mercato dai 40 ai 50 mila euro. Sono, in estrema sintesi, i numeri dell’operazione portata avanti dalla squadra mobile della questura di Chieti.

Ma partiamo dall’inizio. Gli agenti sono da una settimana sulle tracce di M.M., 25 anni, noto alla questura come pusher attivo nella parte bassa della città; ne seguono gli spostamenti, risalgono alle sue abitudini e modalità d’agire. Due le sue soste imprescindibili, si tratta di due pub di Chieti Scalo, il Wanted (dove lo stesso lavora) e il Bulldozer. Quest'ultimo, a novembre, poco prima dall'apertura, era stato colpito da un attentato incendario. Ma, secondo la polizia, questo episodio non avrebbe alcun collegamento con l'operazione.

La stretta finale arriva nella serata di ieri: la polizia segue l’auto di M.M. e lo intercetta in viale Unità d’Italia, all’altezza della rotonda del Villaggio Mediterrano. Lo spacciatore tenta di fuggire e danneggia visibilmente uno dei due automezzi delle forze dell’ordine. Viene trovato in possesso di 27 grammi di cocaina in un unico pezzo. Scattano le manette e si aprono le porte del carcere di Madonna del Freddo.

I collegamenti con i due pub sono più che evidenti. Scattano le perquisizioni con l’ausilio delle unità cinofile di Ancona e Pescara. Nel pub Bulldozer viene ritrovato tutto l’occorrente per il confezionamento di sostanze stupefacenti, bustine, forbici, nastro; in un locale attiguo 10 grammi di cocaina ed un paio di dosi singole.  Il Pub Wanted sembra all’apparenza “pulito”, ma la sorpresa arriva quando le forze dell’ordine perquisiscono l’appartamento sopra il locale: si tratta di un vero e proprio deposito per la droga. Nella camera da letto, dentro un baule, vengono rinvenuti 185 grammi di cocaina (in singole dosi e in pezzi interi) e 100 grammi di hashish. Questa volta le manette (e il carcere) scattano per S.D.M., 23 anni, proprietario dei due pub e per il fratello A.D.M. di 33 anni. Denunciati in stato di libertà il proprietario dell’appartamento e un cliente del pub Bulldozer trovato con 5.000 euro in contanti.  

 Tutti i dettagli dell’operazione sono stati illustrati, questa mattina, in questura a Chieti, dal vice questore aggiunto Miriam D’Anastasio.

Proseguono le indagini da parte della Questura di Chieti.

Attendere un istante: stiamo caricando i commenti degli utenti...

Commenti (1)

  • Avatar anonimo di Terminator
    Terminator

    Considerando le "illustri frequentazioni" sarebbe opportuna opera di bonifica con un bel lanciafiamme, nevvero?

Potrebbe Interessarti

  • Attualità

    In anteprima le immagini del video dei The Giornalisti girato sulla Costa dei trabocchi

  • Attualità

    Uomini e Donne | Ecuba attacca "le donne sceme..."

  • Sport

    Video | Giro d'Italia 2019: Ripa Teatina si accende con il traguardo volante

  • Video

    Alpinista ferito nella forra: maxi operazione di recupero sulla Majella VIDEO

Torna su
ChietiToday è in caricamento