La Teate Basket sbanca il PalaGuerrieri con un super Gialloreto (67-70)

Il capitano mette a segno 28 punti e trascina i suoi alla vittoria contro Fabriano

La Teate Basket non si ferma più e piega anche la Ristopro Fabriano al termine di una partita alcardiopalma. Capitan Gialloreto fa la classica partita dell’ex chiudendo con 8/10 dall’arco per un totale di 28 punti, di cui sicuramente gli ultimi due decisivi dalla lunetta a tre secondi dalla fine per assicurare ai suoi un successo prezioso per la classifica. Dopo un primo tempo sottotono, gli uomini di coach Coen spaccano la gara nel terzo periodo contenendo la Janus a 12 punti ed esplodendo in attacco. A nulla servono gli 11 punti in successione di Dri per invertire il trend nell’ultimo quarto. Bryan sbaglia i liberi del sorpasso e Paparella la tripla del pareggio a fil di sirena.

Buon avvio di gara per la Ristopro Fabriano che praticamente sbaglia poco o nulla in area, sfruttando le penetrazioni di Cimarelli, mentre incappa in qualche errore dall’arco (1/5). Andamento opposto quello dell’Europa Ovini che, trovando difficoltà ad attaccare il pitturato, si affida alla mano infuocata di capitan Gialloreto irresistibile dalla linea dei 6,75 (3/3) e vero trascinatore (11). La scelta della difesa teatina di raddoppiare la marcatura su Bryan in post basso permette di togliere respiro al centro italo-domenicano e di limitarlo nei movimenti. Tuttavia le otto palle perse pesano sebbene il risultato ci veda sotto solo di tre lunghezze, in virtù di una bomba quasi allo scadere di Bordi (16-13).

Chieti riparte dalla zona per limitare le penetrazioni al ferro dei cartai ed i risultati sembrano arrivare in quanto costringe i padroni di casa a palle perse o a tiri contestati, portando coach Fantozzi ad intervenire sul gioco con un timeout. Con Di Carmine impiegato da “5” al fianco di Milojevic, l’Europa Ovini guadagna in duttilità e capacità di non dare punti fissi alla difesa avversaria come dimostrano le percentuali realizzative in crescita (50% dal campo) ma paga a rimbalzo con Morgillo in netta superiorità rispetto ai nostri lunghi. Nel complesso la gara entra nel vivo negli ultimi due minuti con una serie interminabile di recuperi ed errori in contropiede per entrambe le compagini. Meluzzi si rivela ancora decisivo in uscita dalla panca (7) ma un mini break di Gatti (5-0) negli istanti finali del tempino, permette alla Janus di chiudere ancora avanti (33-28).

L’Europa Ovini rientra sul parquet dopo la pausa lunga con tutt’altro spirito rispetto alla fine del primo tempo: Gialloreto apre ancora le danze con due triple consecutive (6/7 fin qui) e la squadra risponde presente con Di Carmine e Di Emidio sempre a segno dalla linea dei 6,75. Fabriano accusa il colpo (5-14 il parziale a favore dei teatini) e coach Fantozzi richiama ancora i suoi in panchina. Nonostante una leggera flessione offensiva per gli ospiti dovuta anche dall’uscita di Ponziani per il suo quarto fallo, Fabriano viene completamente azzerata dalla copertura difensiva molto buona (solo 12 punti concessi). Decisiva la scelta di scalare Migliori nello spot di “3” imbrogliando le trame dei cartai (45-50).

Gialloreto sembra ammutolire il pubblico del PalaGuerrieri a suon di triple e la Teate Basket Chieti arriva anche sul +10 (45-55) ma mai sottovalutare la pericolosità di Fabriano che annulla il break rossonero sospinta da Dri: il capitano fabrianese infatti, dopo essere stato abbastanza fuori dai giochi per tutta la gara, s’accende nell’ultimo quarto piazzando tre bombe fondamentali e ristabilendo l’equilibrio (60-61). Migliori  e Paparella salgono in cattedra con un mini parziale (0-5) ciascuno che trascina la partita sino agli ultimi secondi di gioco. Bryan subisce fallo da Ponziani e viene mandato in lunetta registrando uno 0/2. Sul rimbalzo la palla carambola tra le mani di Gialloreto che, mandato alla linea della carità, non fallisce. A nulla serve il tiro disperato di Paparella per agguantare il pareggio. Chieti non si ferma più ed espugna il PalaGuerrieri (67-70).

Parziali: 16-13; 17-15 (33-28); 12-22 (45-50); 22-20 (67-70)

Ristopro Fabriano: Bryan 5 (2/6, 1/6 tl), Dri 14 (1/5, 4/5), Gatti 10 (2/2, 2/7), Mencherini NE, Masciarelli 3 (1/1, 1/1 tl), Bordi 6 (1/1, 1/1, 1/2 tl), Paparella 8 (2/6, 2/2 tl), Morgillo 12 (2/3, 6/6 tl), Monacelli 5 (1/3, 1/1), Cimarelli 4 (2/2). Coach Fantozzi.

Rimbalzi O/D 32, 6+26 (Bryan 15), tiri da due 10/22 (45%), tiri da tre 12/26 (46%), tiri liberi 11/17 (65%)

Europa Ovini Chieti: Gialloreto 28 (1/5, 8/10, 2/2 tl), Di Carmine 7 (2/4, 1/1), Di Emidio 3 (1/5), Ponziani 4 (2/4), Migliori 11 (4/8, 3/3 tl), Milojevic 3 (1/2, 1/2 tl), Gueye, Staffieri 2 (1/1), Meluzzi 12 (3/7, 2/4), Sigismondi NE. Coach Coen, Ass. Coach Perricci, Ass. Coach Cinquegrana.

Rimbalzi O/D 28, 8+20 (Ponziani 6), tiri da due 14/32 (44%), tiri da tre 12/28 (43%), tiri liberi 6/7 (86%)

Potrebbe interessarti

  • Si cerca uomo scomparso questa mattina a Chieti

  • Si cerca uomo scomparso questa mattina a Francavilla al Mare

  • Roccamontepiano, la festa di San Rocco: tra culto e tradizione

  • 10 consigli per smettere di fumare

I più letti della settimana

  • San Vito Chietino, identificato l’uomo trovato morto

  • Oggi l'ultimo saluto ad Alessandro e Federico, i fratellini annegati a Ferragosto

  • Più di 20 mila posti di lavoro in Abruzzo: per un terzo si cercano figure introvabili

  • L'auto si sfrena e rischia di travolgere i visitatori del mercatino, ma una giovane coraggio la blocca

  • Cadavere di un uomo fra la vegetazione: è giallo a San Vito Chietino

  • Atessa, donna trovata morta nel bagno di casa in una pozza di sangue

Torna su
ChietiToday è in caricamento