Teate Basket, alti e bassi nell'ultima amichevole contro Civitanova

Prima parte di gara a favore degli ospiti. Gli uomni di coach Coen prendono il controllo del gioco nella ripresa

Bella gara al Palatricalle tra Teate Basket Chieti e e Civitanova Marche. Prima parte di gara complicata per i teatini apparsi piuttosto in ombra. nonostante un primo tempo complicato e in ombra. Di fronte a un avversario di livello e della stessa categoria, gli uomini di coach Coen hanno poi preso il controllo del gioco, nella ripresa. Tante le indicazioni tecniche arrivate dal match sulle quali la compagine biancorossa divrà lavorare.

La prima frazione ha un solo protagonista che risponde al nome di Valerio Amoroso: l’ex capitano di Montegranaro mostra un controllo assoluto del gioco, attirando a sé la difesa teatina per poi innescare i suoi colleghi sul perimetro, senza considerare l’apporto personale in attacco. Ovviamente la risposta dell’Esa Italia Chieti non si lascia attendere. Tuttavia le sei triple messe a segno dai marchigiani decretano il primo mini vantaggio per loro al termine della frazione (19-24).

La squadra di coach Domizioli continua a sfruttare un quintetto piccolo con uno dei due fratelli Amoroso, a rotazione in campo, a garantire una duplice dimensione, specie offensiva. Di fatto la maggior parte della costruzione del gioco serve a liberare un tiratore perimetrale, fonte primaria di punti. La tenuta psicologica dei padroni di casa cala bruscamente nella seconda frazione e coach Coen irrompe con un timeout necessario a resettare la mente dei suoi e rimetterli sui binari giusti. Dopo il giro di boa, qualcosa cambia a livello di atteggiamento e, in virtù di alcune buone letture difensive, il punteggio si stampa sulla perfetta parità (16-16).

Senza ombra di dubbio l’approccio della Teate Basket a inizio ripresa, sembra essere più convincente rispetto a quello dei primi venti minuti, a riprova di quanto sarà importante mantenere alta la concentrazione sempre e di quanto sarà impegnativo, a livello fisico, il campionato e, nel dettaglio, il girone c. La zona proposta dalla panchina teatina, di fatto, limita le potenzialità offensiva dei marchigiani, costringendoli a forzare dei tiri in isolamento o a perdere addirittura il possesso. Rezzano apre la breccia nel muro della Virtus con un mini parziale personale (7 punti). L’inerzia della gara cambia, a favore dei teatini, che alzano la qualità del proprio gioco (21-15).

Occorre aspettare quasi quattro minuti per vedere il primo canestro nell’ultima frazione. Poi sale in cattedra Antonio Ruggiero che prende il pieno controllo del gioco con un break che spezza le gambe alla Rossella (8 punti nel giro di un minuto). Ma la vera nota positiva di tutto il secondo tempo e, soprattutto, dell’ultimo quarto è la solidità in difesa, marchio di fabbrica di coach Coen e vero fattore per il successo odierno.

TABELLINO

Esa Italia Chieti: Ba, Simoncelli 5, Sanna 13, Ponziani 4, Ruggiero 20, Rezzano 17, Gialloreto 7, Di Carmine 4, Meluzzi NE, Mijatovic, Raicevic. Coach Coen, Ass. Coach Perricci, Ass. Coach Cinquegrana.

Rossella Virtus Civitanova Marche: Masciarelli 17, Amoroso F. 9, Amoroso V. 18, Trapani 6, Rocchi 3, Cimini 5, Vallasciani 2. Coach Domizioli.

Parziali: 19-24; 16-16 (35-40); 21-15 (56-55); 14-5 (70-60)

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Schianto nel cuore della movida dello Scalo: automobile travolge una moto

  • La migliore colazione è a Chieti, premiata l'eccellenza di Manuela Bascelli

  • Allarme invasione cimici: i rimedi per eliminarle da casa

  • Condannati i rapinatori dei coniugi Martelli: devono scontare dagli 8 ai 15 anni

  • Va a prendere il figlio a scuola e viene investito in pieno centro

  • Bimbi più vicino a mamma e papà: alla Walter Tosto apre l’asilo nido aziendale

Torna su
ChietiToday è in caricamento