giovedì, 24 luglio 22℃

“Notte bianca dello Sport”: l’Atoms’ Chieti in piazza San Giustino

Sarà l'occasione per far conoscere ai ragazzi uno sport e una società che da 36 anni porta alti i colori di Chieti in tutta Italia. A Santa Filomena ci sarà anche la partita amatoriale "Vecchie glorie" del softball

Redazione 30 maggio 2012

Un tunnel gonfiabile colorato per far provare ai bambini l’emozione di battere una pallina come veri giocatori di baseball.

L’edizione 2012 della “Notte bianca dello Sport”, organizzata dal Coni comitato provinciale di Chieti, porta il “batti e corri” in piazza San Giustino, dove domenica 3 giugno, a partire dalle ore 18, i tecnici della società di softball Atoms’ Chieti accoglieranno curiosi e appassionati con il nuovo tunnel di battuta gonfiabile e con materiale informativo sul gioco del softball.

Piazza San Giustino dunque si trasformerà per qualche ora in un vero e proprio “diamante”, dove le atlete della società, che milita nel campionato di serie B, daranno vita a una partita dimostrativa, con mazze, palline e guantoni. Sarà l’occasione per far conoscere ai ragazzi uno sport e una società che ormai da 36 anni porta alti i colori della città di Chieti, in tutta Italia. La squadra del presidente Luigi Salvatore, infatti, è prima in classifica nel girone Abruzzo-Marche-Emilia Romagna.

"Siamo in piena stagione agonistica - spiega Salvatore - si è appena chiuso il girone di andata e l’Atoms’ è in testa, imbattuto, con 10 vittorie. Una striscia positiva che ci fa ben sperare per la conquista del titolo 2012 e per l’accesso ai playoff per la A2".

Sempre domenica 3 giugno, alle ore 10, sul campo di Santa Filomena a Chieti Scalo, appuntamento con le “vecchie glorie” del softball teatino che daranno vita a una partita amatoriale contro la Saila Silvi, altra storica squadra abruzzese che negli anni ’90 militò in serie A1. "Una sfida importante per promuovere il softball a Chieti - conclude il presidente - e per sensibilizzare gli amministratori e l’opinione pubblica sull’atavica questione della mancanza di strutture sportive idonee per la nostra disciplina".

Annuncio promozionale

L’Atoms’ infatti, nonostante sia l’unica società abruzzese iscritta continuativamente dal 1976 ai campionati nazionali, non ha ancora a disposizione un vero campo da softball su cui giocare. La squadra si adatta a disputare le gare sul campo da baseball “Santa Filomena”, che però è un campo in erba, non adatto alle caratteristiche del softball che si deve giocare invece sulla terra rossa. Un tema caro anche agli amministratori locali che hanno dato garanzie sulla costruzione del nuovo campo, requisito indispensabile per una città che vuole puntare in alto, portando il nome dello sport teatino alla ribalta nazionale.

Centro

Commenti