Sant’Anna Chieti in Prima Categoria dedica la promozione a “papà Nazzareno"

La formazione teatina, sul campo comunale di Scafa, supera per due reti a uno il San Martino sulla Marrucina e conquista una fantastica promozione

Seconda promozione in due anni per il Sant’Anna Chieti che dopo il successo del 2014 si ripete e conquista la Prima Categoria. Un ottimo risultato che premia gli sforzi della società di Chieti e dei suoi ragazzi al termine di una cavalcata emozionante.

Nella “famiglia” Sant’Anna è unanime il consenso su colui che è riconosciuto come il principale artefice del salto di categoria: mister Giuseppe Santovito. Il giovane tecnico di Chieti dopo la vittoria del campionato nella categoria juniores della scorsa stagione, conquista la promozione alla sua prima esperienza alla guida di una formazione di seconda categoria. Tutti concordi anche sulla dedica della vittoria di ieri che non può che andare al “papà della famiglia” Nazzareno La Rovere, l’indimenticato Presidente venuto a mancare due anni fa e che secondo i calciatori del Sant’Anna “è stato per tutta la stagione il nostro dodicesimo uomo in campo”.

CRONACA DELLA GARA

San Martino sulla Marrucina - Sant’Anna: 1-2

Il Sant'Anna scende in campo a Scafa con un solo risultato utile: la vittoria. Il pareggio, infatti, secondo regolamento premierebbe gli avversari. Divisa delle grandi occasioni (con i colori neroverdi) per Santarelli e compagni.  Il match è condizionato dal grande caldo e la prima frazione di gioco se ne va via su ritmi blandi e poche occasioni da rete. Nella ripresa, però, la musica cambia. Passano una manciata di minuti e la formazione teatina  si porta avanti con Di Federico che fa esplodere il settore occupato dai tanti supporters al seguito. La rete galvanizza gli uomini di mister Santovito che dominano il gioco e chiudono ogni varco in difesa anche grazie alla solidità difensiva garantita da Ciuti e i fratelli Santarelli. Il Sant’Anna sfiora anche il raddoppio in un paio d’occasioni con Arganese. Al 90esimo arriva il pareggio del San Martino che sembra spezzare i sogni dei teatini. Calcio di punizione dal limite e 1-1 a pochi minuti dal termine. Ma quando mancano pochi secondi al triplice fischio, come nei migliori thriller, arriva il finale che vale la stagione. D’Urbano con un colpo di tacco gira un lancio da centrocampo sui piedi del neontrato Antignani che, con la punta, scavalca il portiere avversario e manda il Sant’Anna in paradiso.Il Sant’Anna la prossima stagione disputerà il campionato di Prima Categoria abruzzese.

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Schianto nel cuore della movida dello Scalo: automobile travolge una moto

  • La migliore colazione è a Chieti, premiata l'eccellenza di Manuela Bascelli

  • Allarme invasione cimici: i rimedi per eliminarle da casa

  • Condannati i rapinatori dei coniugi Martelli: devono scontare dagli 8 ai 15 anni

  • Va a prendere il figlio a scuola e viene investito in pieno centro

  • Bimbi più vicino a mamma e papà: alla Walter Tosto apre l’asilo nido aziendale

Torna su
ChietiToday è in caricamento