Premio Prisco: ecco i finalisti della XVIII edizione, premio speciale della giuria al ct della nazionale Mancini

Nella rosa dei finalisti Sinisa Mihajlovic, Ivan Juric, Nicolò Barella, Gaetano Castrovilli e molti altri divisi per categoria. La cerimonia di premiazione ad aprile come sempre al teatro Marrucino

Sono dodici i finalisti della XVIII edizione del Premio Nazionale “Giuseppe Prisco” alla lealtà, alla correttezza e alla simpatia sportiva che si terrà il 27 aprile prossimo al teatro Marrucino di Chieti.

La giuria presieduta da Sergio Zavoli e composta dai giornalisti Italo Cucci, Gianni Mura, Gian Paolo Ormezzano, Marco Civoli, Franco Zappacosta e Ilaria D’Amico e dall’imprenditore Marcello Zaccagnini, presidente del Comitato organizzatore “Giuseppe Prisco”, si è riunita stamani a Bolognano per procedere alla selezione della rosa dei finalisti.

Queste le terne dalle quali scaturirà il nominativo del vincitore di ciascuna categoria:

Dirigenti di società: Oreste Vigorito (Benevento), Claudio Lotito (Lazio), Maurizio Setti (Hellas Verona);

Allenatori: Sinisa Mihajlovic (Bologna), Ivan Juric (Hellas Verona), Fabio Liverani (Lecce);

Calciatori: Nicolò Barella (Inter), Gaetano Castrovilli (Fiorentina), Riccardo Orsolini (Bologna);

Premio Speciale di Giornalismo “Nando Martellini”: Donatella Scarnati (Rai Sport), Giorgia Cardinaletti (Rai Tg1), Tiziana Alla (Rai Sport).

La giuria ha deciso di attribuire il “Premio Speciale” al Commissario Tecnico della Nazionale Italiana, Roberto Mancini.

Ai vincitori, che saranno proclamati nelle prossime settimane, verrà conferita una prestigiosa creazione artistica appositamente realizzata dal pittore, scultore e incisore Maestro Mimmo Paladino, nel corso di una cerimonia che si svolgerà lunedì 27 aprile 2020, alle ore 11, al teatro Marrucino di Chieti e che sarà condotta dal giornalista Stanislao Liberatore, segretario generale del premio.

Ogni anno il Premio Prisco si propone di attribuire annualmente un significativo riconoscimento al dirigente, all’allenatore e al calciatore che maggiormente abbiano contribuito, mantenendo uno stile di comportamento responsabile ed equilibrato, alla serenità del nostro campionato, accettando sportivamente la sconfitta e sdrammatizzando gli episodi controversi.


 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coronavirus, famiglie in isolamento a Pescara dopo contatti con contagiati

  • Dai tavoli de "La Pecora Nera" al cinema per adulti: il primo film di Marilena Di Stilio

  • Coronavirus, riunione operativa in Regione: obbligo di isolamento per chi ha avuto contatti con le zone rosse

  • Coronavirus: 17enne in isolamento all'ospedale di Vasto, è appena tornata da Padova

  • Anffas Chieti in lutto: è morta la presidente Gabriella Casalvieri

  • Tamponamento a catena sull’Asse Attrezzato: code in direzione Pescara

Torna su
ChietiToday è in caricamento