Chieti calcio, il ritorno di Giulio Trevisan: entro 48 ore l'ufficialità

L'ex presidente del Chieti proverà a rilevare la società neroverde ora guidata da Filippo Di Giovanni

Sono i giorni decisivi per le sorti del Chieti calcio. Entro un paio di giorni, con ogni probabilità, si deciderà il futuro societario del sodalizio neroverde attualmente guidato dal patron Filippo Di Giovanni. Il presidente neroverde, però, dopo l’addio dello staff dirigenziale, non ha ancora comunicato nulla circa le possibilità future della squadra in serie D né riguardo la composizione societaria; allo stesso tempo sale la pressione da parte della tifoseria nei suoi confronti che lo invita, ormai da mesi, a cedere il passo. L’accusa nei confronti del presidente Di Giovanni è la mancanza di un progetto valido.

In parallelo a questo situazione salgono sempre più le quote per un ritorno al timone dell’ex presidente Giulio Trevisan. Dopo il salto di categoria dal campionato di Promozione all’Eccellenza nel primo anno e l’eliminazione nelle semifinali playoff nella stagione 2017/2018, Trevisan un anno fa aveva deciso di andare via. Oggi, dopo un anno lontano dalle vicende calcistiche cittadine, il possibile nuovo presidente teatino è al lavoro per formare una cordata che possa guidare il Chieti nel nuovo campionato. “Sono in contatto con imprenditori per creare un progetto serio che possa mandare avanti la storia di questa società. Un sodalizio finanziariamente solido - spiega l'ex patron del Chieti - che abbia delle basi forti perché poi non si vadano a ricreare problemi di natura economica in futuro. I progetti sportivi oggi non possono essere irrazionali e io, vista anche la mia storia imprenditoriale se dovessi tornare alla guida del Chieti calcio lo farei solo in caso di presupposti importanti e validi”.

Altre 48 ore, quindi, per scoprire se la società neroverde tornerà nelle mani dell'imprenditore teatino. “La prognosi la sciogliamo entro mercoledì – dichiara Trevisan – innanzitutto bisognerà capire se Filippo Di Giovanni avrà intenzione di cedere il passo o se, legittimamente, andrà avanti con un progetto alternativo. Ci tengo a sottolineare che sono legato a Filippo da un’amicizia personale e non ho nessuna intenzione di apparire prepotente né tantomeno arrogante nei suoi confronti. Lui è il presidente regolarmente eletto della asd Chieti 1922 e ha il merito di aver riportato il Chieti in serie D. Detto questo - precisa Trevisan - la mia idea di società sportiva è del tutto alternativa a quella attuale”.

Potrebbe interessarti

  • Come Angelina Jolie, anche alla Asl di Chieti si può fare il test genetico per i tumori al seno e all'ovaio

  • All'ospedale di Chieti nasce "Spazio mamma", per prevenire e curare la depressione in gravidanza

  • Sushi a Chieti: 6 locali da non perdere

  • Birre artigianali a Chieti: 3 locali per veri intenditori

I più letti della settimana

  • Moto contro furgone lungo la Tiburtina: muore centauro teatino

  • Inseguimento da film sull'Asse attrezzato, la polizia sperona l'auto rubata per bloccare i fuggitivi

  • Si è spento a 56 anni Gaetano Bellia: la camera ardente in azienda

  • Dramma a Fara San Martino, massi si staccano e colpiscono gruppo di escursionisti: donna in coma

  • Schianto mortale a Brecciarola, la vittima è un altro centauro

  • Scontro fra auto e moto, ferito seriamente un motociclista

Torna su
ChietiToday è in caricamento