Nulla di fatto in casa Chieti calcio. Trevisan: "Di Giovanni forse non vuole vendere..."

Non c'è stato l'atteso incontro tra Filippo Di Giovanni e Giulio Trevisan. Nel fine settimana sono previste novità

Il tempo passa e con esso sale la trepidazione per i tifosi del Chieti calcio. Le novità a livello societario annunciate in settimana non sono state confermate dai fatti e l’attesa per conoscere il futuro dell sodalizio neroverde si fa sempre più estenuante. Il Chieti, attualmente, è ancora nelle mani del patron Filippo Di Giovanni. Il presidente neroverde, però, dopo l’addio dello staff dirigenziale, non ha ancora comunicato nulla circa le possibilità future della squadra in serie D né riguardo la composizione societaria; allo stesso tempo sale la pressione da parte della tifoseria nei suoi confronti che lo invita, ormai da mesi, a cedere il passo.

L’accusa nei confronti del presidente Di Giovanni è la mancanza di un progetto valido. In parallelo a questo scenario sembra sempre più probabile un ritorno alla guida teatina dell’ex presidente Giulio Trevisan. Dopo il salto di categoria dal campionato di Promozione all’Eccellenza nel primo anno e l’eliminazione nelle semifinali playoff nella stagione 2017/2018, Trevisan un anno fa aveva deciso di andare via. Dopo un anno lontano dalle vicende calcistiche cittadine, il possibile nuovo presidente teatino è al lavoro per formare una cordata che possa guidare il Chieti nel nuovo campionato. L’imprenditore di Chieti aveva pronosticato sviluppi entro questa settimana ma come lui stesso spiega "l’incontro tra me è Di Giovanni non è avvenuto. La situazione al momento è che mi arrivano dei suoi messaggi solo attraverso terze persone ma alla fine non riusciamo mai a vederci. Ho l’impressione -aggiunge Trevisan - che non abbia tanta voglia di cedere la guida societaria. A questo punto aspetto un suo segnale e spero che arrivi al più presto".

Dall’altra parte Di Giovanni, interpellato, fa sapere di essere "fuori regione per motivi di lavoro" e che "all’inizio della prossima settimana ci saranno novità". Da un paio di giorni, intanto, circolano in rete le tristi immagini del terreno di gioco dello stadio Angelini lasciato nel più totale abbandono: proprio le condizioni scadenti del manto erboso hanno rappresentato un problema serio durante tutto l’arco della stagione sportiva passata. Un aspetto prioritario del quale dovrà occuparsi la futura società teatina.

Potrebbe interessarti

  • Doppio intervento per salvare la vita a una mamma e alla sua bimba

  • All'ospedale di Chieti apre il servizio psichiatrico di diagnosi e cura

  • La vastese Roberta Petroro sposa mister Oddo

  • Aperitivo a Chieti: 6 locali da non perdere

I più letti della settimana

  • Bucchianico, incidente in moto: muore giovane ragazzo

  • Evade oltre 700mila euro: sequestrati conti correnti e villa al titolare di azienda vitivinicola

  • Caldo killer, malore sulla spiaggia a Ortona: muore a 50 anni

  • Ponti e festività da record nel prossimo anno scolastico: ecco quando si torna sui banchi

  • Dolore a Bucchianico per Daniele, morto mentre provava la moto dell'amico: oggi lutto cittadino

  • Saldi estivi, manca poco: ecco quando iniziano

Torna su
ChietiToday è in caricamento