Cessione Chieti calcio, Attilio Di Stefano fa dietrofront: “Mi ritiro dalla trattativa”

L’imprenditore di Cupello due giorni fa diceva di essere a un passo dall’intesa con Di Giovanni

Un’estate che i tifosi del Chieti calcio non dimenticheranno facilmente. Ieri si è consumata un’altra puntata della “telenovela” relativa alla cessione del Chieti calcio. Dopo un mese di vere o presunte trattative e dopo l’annuncio dell’imminente firma che sarebbe dovuta arrivare oggi, Attilio Di Stefano dichiara ufficialmente di non essere più interessato ad acquisire il sodalizio neroverde. "Mi ritiro ufficialmente della trattativa – ha affermato l’imprenditore di Cupello – lo faccio per motivi personali e perché non voglio avere rapporti con una tifoseria così ostile nei miei confronti".

Un’avversione riaffermata anche negli ultimi giorni dagli ultras teatini che avevano ribadito a più riprese di essere "disposti a tutto pur di impedire l’ingresso di Di Stefano a Chieti". Da oltre un mese tiene banco nel capoluogo teatino la vicenda che vede il presidente dimissionario, Filippo Di Giovanni, da una parte e vari imprenditori dall’altra. 

Due i principali interlocutori interessati a rilevare il Chieti nell’ultimo mese: il già citato (e ritiratosi) Attilio Di Stefano e l’imprenditore teatino, Giulio Trevisan, molto gradito anche alla tifoseria. L’incontro tra Di Giovanni e Trevisan avvenuto la scorsa settimana, però, non è stato positivo e «da quell’incontro non ci siamo più confrontati – dice Trevisan – guardo all’evolversi delle trattative con interesse ma al momento sono fuori dai giochi. Spero che il Chieti finisca in buone mani».

Negli ultimi giorni sono spuntate anche altra cordate interessate a rilevare il Chieti. In primis quella formata dall’imprenditore teatino Walter Serpellini e il patron della Teate Basket Gabriele Marchesani. Un’opzione subito ridimensionata dallo stesso Marchesani che ha deciso di concentrarsi tutte le proprie energie sulla pallacanestro, mentre Serpellini ha detto di essere interessato solo a livello di sponsorizzazione.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

L’ultima novità è rappresentata da una cordata che vede un altro gruppo di imprenditori abruzzesi rappresentati dall’ex dg del Penne, Antonio Mergiotti che in passato è stato anche dirigente nel Lanciano calcio del presidente Fabio De Vincentiis. Al momento l’unica certezza è relativa a una scadenza: il 12 luglio è la data ultima per presentare la domanda di iscrizione al prossimo campionato di serie D.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coronavirus, un'intera famiglia contagiata a Lanciano: hanno partecipato al funerale a Campobasso

  • Vasto e Chieti piangono la scomparsa del professor Domenico Rossi, morto a 50 anni per un malore

  • Estate 2020: in spiaggia con la mascherina, sotto l'ombrellone a 1 metro di distanza. Come si andrà al mare

  • Oggi sposi, nonostante il Coronavirus: Jessica e Francesco si sono sposati a Chieti in attesa dei loro gemellini

  • Coronavirus: nessun nuovo caso in provincia di Chieti, ma c'è una persona morta

  • Proprietà e benefici delle fave, da mangiare rigorosamente con “pane onde”

Torna su
ChietiToday è in caricamento