Il Sambuceto calcio torna a casa: affidata la gestione da parte del Comune

Firmata la convenzione "sperimentale" per l'affidamento del campo all'interno della cittadella dello sport

Il calcio di Sambuceto "torna a casa". Si chiude la querelle tra asd Sambuceto calcio e Comune di San Giovanni teatino. Dopo le polemiche degli ultimi mesi sul costo dell’utilizzo degli impianti sportivi e la possibilità che la squadra cittadina andasse a giocare altrove, ieri è arrivata la tanto sospirata tregua tra l'amministrazione comunale la società di calcistica.

Una convenzione sperimentale con scadenza 30 giugno 2019 per la gestione dell'impianto di calcio in erba sintetica con relativo blocco spogliatoi, magazzini e locali vari  della Cittadella dello Sport. 
Il servizio affidato all'ASD Sambuceto calcio prevede la manutenzione, dalla pulizia alla rastrellatura di foglie e immondizie, la manutenzione ordinaria e programmata del campo, riparazioni e sostituzioni di reti, bandierine e suppellettili, pulizia della caditoie,  dei chiusini pozzetti della fognatura bianca e nera e delle tubazioni di raccolta e smaltimento dell'acqua piovana, il controllo e la manutenzione dell'impianto idropotabile e d'irrigazione, la manutenzione delle panchine, delle attrezzature sportive e degli spogliatoi. L'ASD Sambuceto si occuperà anche della custodia e vigilanza del campo con l'apertura e la chiusura giornaliera e della gestione e del controllo degli impianti di illuminazione e di riscaldamento.  Infine la pulizia giornaliera e, più approfondita, settimanale e trimestrale. L'ASD dovrà garantire l'utilizzo del campo dal lunedì al venerdì nella fascia oraria14-23, ed il sabato e la domenica in occasione delle partite in programma, anche amichevoli.

"Questa convenzione prova, in maniera inequivocabile - ha spiegato l'assessore allo sport Ferraioli - l’assoluto impegno profuso da ambo le parti in nome di un bene più grande che è lo sport con tutti i valori e gli insegnamenti  che è in grado di veicolare, nell’ottica della razionalizzazione delle spese pubbliche. Alla base di questo straordinario risultato non esistono colori politici ma la volontà comune di agire per il bene del proprio territorio e nell’interesse dell’intera comunità. Se c' un colore al quale tutti teniamo - ha concluso Ferraioli - è il viola delle maglie della 'nostra' squadra di calcio".

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Schianto nel cuore della movida dello Scalo: automobile travolge una moto

  • Al Comune di Ortona concorso pubblico per sette posti a tempo indeterminato

  • La migliore colazione è a Chieti, premiata l'eccellenza di Manuela Bascelli

  • Allarme invasione cimici: i rimedi per eliminarle da casa

  • Va a prendere il figlio a scuola e viene investito in pieno centro

  • Casoli, il mezzo agricolo gli trancia la gamba: agricoltore muore dissanguato

Torna su
ChietiToday è in caricamento