Vacanze a settembre in moto per 3 centauri su 4: il Parco nazionale d'Abruzzo tra gli itinerari più amati

Val D’Orcia, Parco dei Sibillini e Faggete del Parco nazionale d’Abruzzo, Lazio e Molise. Questi gli itinerari più belli nel Centro Italia secondo TrueRiders.it, tra foliage, natura e curve adrenaliniche

Sempre più persone scelgono il mese di settembre per le vacanze, soprattuttoi i centauri.

Tre su quattro partiranno proprio in autunno per godere di località meno affollate e temperature solitamente più miti rispetto ad agosto, oltre che pagare prezzi più contenuti, secondo i dati di TrueRiders.it, portale del gruppo Valica dedicato al mototurismo.

Secondo un’indagine realizzata dal portale, la maggior parte si concederà  una fuga di almeno 2 giorni nel mese di settembre, rigorosamente in sella ad una moto. Le strade meno trafficate, infatti, consentono di godere appieno del paesaggio e delle curve, riuscendo – dove possibile e sicuro – anche a dare un po’ più di gas. Inoltre, le alte temperature, che in agosto arrivano a toccare anche i 40°, rendono poco confortevole indossare la tuta da motociclista e il casco integrale. Ultimo motivo, ma non per questo meno importante, è rappresentato dal fascino del foliage, ovvero, il mutare del colore delle foglie degli alberi in autunno, che dipingono i paesaggi di incredibili pennellate verdi, gialle e arancioni.

Il mototurismo, infatti, è strettamente legato al paesaggio e ai luoghi che si attraversano. A differenza degli altri format, qui non conta solo la destinazione, ma anche – o soprattutto – il percorso che si compie per raggiungerla.Tra gli itinerari preferiti per concedersi qualche curva adrenalinica e ammirare le suggestive sfumature dei paesaggi autunnali, ci sono le Faggete del Parco nazionale d’Abruzzo, Lazio e Molise. Nel mese di settembre il parco attira diversi trekker che vengono ad ammirare la bellezza della natura, ma anche fotografi. Le Faggete Vetuste del luogo, infatti, sono talmente belle da essere entrate a far parte del Patrimonio dell’Umanità UNESCO nel novero del sito “Primeval Beech Forests of the Carpathians and Other Regions of Europe”.  Il percorso si snoda lungo il Parco nazionale d’Abruzzo, Lazio e Molise, che in questo periodo dell’anno risulta particolarmente suggestivo proprio per il fenomeno del foliage che interessa i faggi della zona.

Tra le mete predilette ci sono anche le bellezze della Val d’Orcia con le sue campagne, i suoi borghi medioevali, le abbazie e le fortezze lungo il percorso.

Gli appassionati, infine, potranno considerare anche un giro in moto sui Monti Sibillini tra Umbria e Marche, da Norcia a Colfiorito passando per Castelluccio, a oltre 1.400 metri d’altezza, nota per la produzione di lenticchie.

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Al Comune di Ortona concorso pubblico per sette posti a tempo indeterminato

  • Schianto nel cuore della movida dello Scalo: automobile travolge una moto

  • Casoli, il mezzo agricolo gli trancia la gamba: agricoltore muore dissanguato

  • Va a prendere il figlio a scuola e viene investito in pieno centro

  • Sequestro dei macchinari dopo l'incidente mortale sul lavoro, blocco forzato alla Sevel

  • Accoltellata nel cortile di casa a Francavilla: non ce l'ha fatta Aliona Oleinic

Torna su
ChietiToday è in caricamento