← Tutte le segnalazioni

Disservizi

Disagi per la raccolta dei rifiuti a Chieti Scalo: gli operatori non entrano più nelle strade secondarie

Via L'Aquila, 14 · Chieti Scalo

Spett.le Redazione Volevo segnalare che si sta ripetendo il disservizio per la raccolta dei rifiuti. Come nel 2007, al cambio della ditta che gestisce la raccolta, iniziano i problemi. Gli addetti alla raccolta impongono la loro volontà di non raccogliere i rifiuti nelle piccole vie (via Sulmona e via LAquila): la storia che non entrano nelle aree private è troppo comoda. I residenti di via L'Aquila per buttare i rifiuti devono percorrere circa 500 metri, ma così non hanno tenuto conto degli anziani, delle persone disabili e delle avverse condizioni di tempo. Persone che comunque il servizio di raccolta lo pagano. L'assessore Bevilacqua dovrebbe intervenire in merito per risolvere le situazioni in favore dei contribuenti. La ditta Formula dovrebbe anche aumentare il numero dei cassonetti (nove), non sufficienti per le esigenze di 8 palazzi tutti superiori alle nove unità abitative. Per evitare che i luoghi di raccolta stabiliti diventino discariche a cielo aperto, le autorità competenti devono urgentemente intervenire. Tra poco la gente lascerà i rifiuti per strada.

Attendere un istante: stiamo caricando i commenti degli utenti...

Commenti (2)

  • ok va bene tutto questo ma tenete anche presente che noi paghiamo prufumatamente e se c'è un problema è la ditta appaltatrice con il comune devono rusolvere il problema. E poi non siamo stati certo noi a chiedere di fare la differenziata o a scegliere l ACA come gestore Dell acqua e farci pagare sempre di più

  • Precisazioni su come gestire il nuovo appalto di RSU... Linee guida essenziali e fondamentali da far rispettare per una corretta gestione dei rifiuti da parte degli utenti: Per le criticità che si stanno verificando sulle strade PRIVATE, essendo l'attività svolta per l'igiene urbana un servizio PUBBLICO, ai sensi del capitolato e del regolamento NON è possibile accedere nelle aree private !! L'utente secondo il calendario di raccolta, deve esporre il contenitore su strada pubblica e dopo svuotato riportarlo su area privata. Coloro che hanno difficoltà nell'esposizione dei contenitori, previo sopralluogo, possono richiedere l'istituzione di una "isola in concessione" facendone richiesta via mail all'indirizzo chieti@formulambiente.it. Per quanto riguardano le aree condominiali , per quelle senza impedimenti , l'appalto prevede il posizionamento dei contenitori nelle immediate vicinanze dell'accesso pubblico, mentre, nelle aree condominiali con impedimenti e con mancanza di spazi per l'esposizione , bisogna effettuare la richiesta dell'isola in concessione (sempre previo sopralluogo) . Le isole in CONCESSIONE possono essere dimensionate da 8 a 40 utenze, da far installare dove realmente ce ne sia bisogno. Le isole INFORMATIZZATE saranno invece 6 (sei) e verranno posizionate previo accordo con la Soprintendenza archeologica (accordi già presi).

Segnalazioni popolari

Torna su
ChietiToday è in caricamento