Lievito madre, la ricetta per sostituire l’introvabile lievito di birra

Non scoraggiatevi se volete preparare la pizza o altri lievitati, perché è possibile utilizzare un buon lievito madre, da curare e custodire come la cosa più preziosa che avete in casa

La quarantena, dovuta al temibile Coronavirus, ha messo in moto la voglia di cucinare degli italiani e, si sa, il sabato sera si mangia la pizza. Prepararla non è difficile, ma servono gli ingredienti giusti, a cominciare dal lievito di birra che è ormai introvabile. Esiste un’alternativa? Certo che sì: è il lievito madre, o pasta madre.

E, come se non bastasse, si prepara con soli due ingredienti: farina e acqua. Inoltre, procuratevi un barattolo di vetro stretto e alto.

Non scoraggiatevi se volete preparare la pizza o altri lievitati, perché è possibile utilizzare un buon lievito madre, da curare e custodire come la cosa più preziosa che avete in casa.

Ingredienti

  • 200 grammi di farina 0
  • 100 ml di acqua tiepida
  • Un barattolo di vetro stretto e alto

Procedimento

In un recipiente aggiungere prima la farina e poi pian piano l’acqua. Lavorate l’impasto a mano. La consistenza sarà molto morbida. Infine, mettere tutto nel barattolo, che prima andrà leggermente infarinato, incidere a croce l’impasto, e chiudete oppure coprite con un panno umido o della pellicola trasparente.

Bisogna poi far riposare l’impasto per 48 ore a circa 25 gradi.

Consiglio, se avete della frutta matura, ponetela accanto al vasetto: favorirà la sua buona crescita.

Dopo 48 ore l’impasto inizierà a gonfiarsi formando dei grandi alveoli.

Trascorsi i 2 giorni, prelevate 200 grammi di impasto, aggiungete altri 200 grammi di farina 0 e altri 100 ml di acqua. Impastate di nuovo e rifate lo stesso procedimento, lasciando riposare per altre 48 ore.

Questa procedura va ripetuta per due settimane e si chiama rinfresco.

Infine, al termine delle due settimane e dopo i continui rinfreschi, otterrete la pasta madre.

Variante

Molte persone aggiungono un ulteriore ingrediente, utile come agente attivatore, ovvero un pezzettino di mela o un cucchiaino di miele.

Quando usare il lievito madre?

Quando deciderete di usare il lievito, non dovrete far altro che rinfrescarlo il giorno prima e il giorno stesso. Poi bisogna attendere che si attivi e solo allora potrà essere usato. Il tempo di lievitazione è lungo e va dalle 12 alle 24 ore.

Consigli finali

Il vasetto, al momento del rinfresco e prima di mettere dentro il nuovo impasto, va pulito con sola acqua calda e non va mai usato il sapone. Il resto dell’impasto che non rinfrescate, va buttato via.

Si può conservare a temperatura ambiente, se si usa ogni giorno e va anche rinfrescato ogni giorno, oppure in frigo, per rinfrescarlo una o due volte a settimana.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

In ogni caso deve essere rinfrescato almeno una volta a settimana, altrimenti muore.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Malore improvviso in casa, muore a 39 anni tecnico informatico

  • L'Abruzzo scelto per la sperimentazione dell'app Immuni con Liguria e Puglia, si parte a giugno

  • In Abruzzo arrivano i Condhotel, stanze d'albergo vendute ai privati

  • Paglieta in lutto per Antonella, mamma di tre bambini scomparsa a 34 anni

  • Decathlon investe in provincia di Chieti: apre un secondo punto vendita

  • Smantellata la rete che riforniva di droga la provincia di Chieti: arrestate 13 persone

Torna su
ChietiToday è in caricamento