Incontro pubbico in piazza per l'ospedale di Guardiagrele

Nota - Questo comunicato è stato pubblicato integralmente come contributo esterno. Questo contenuto non è pertanto un articolo prodotto dalla redazione di ChietiToday

Nella serata di Venerdì scorso, l'associazione "Salute è Diritto" , ha tenuto in piazza Santa Maria Maggiore a Guardiagrele, un incontro pubblico alla presenza di numerosi cittadini per metterli al corrente degli ultimi sviluppi sicuramente positivi della vicenda dell'ospedale di Guardiagrele. All'incontro hanno preso parte l'Assessore regionale Mauro Febbo, il portavoce del movimento 5 stelle Francesco Taglieri, il Sindaco di Guardiagrele Simone Dal Pozzo, il Consigliere comunale Franco Caramanico, il Consigliere comunale di Progetto per Guardiagrele Donatello Di Prinzio e tutto il direttivo dell'associazione.

Ha preso per primo la parola l'Assessore Febbo che nel suo discorso ha illustrato tutti i passaggi che ha fatto la regione per arrivare a scegliere il presidio di Guardiagrele come Stabilimento Ospedaliero ( sede distaccata di Chieti ). L'assessore ha rimarcato la stretta collaborazione con il Dottor Floriano Iezzi e il Dottor Sandro Salvi che da tecnici della materia sanitaria, hanno dato il loro contributo alla regione. Continua  Febbo, dicendo che la Regione Abruzzo ha definito chiaramente cosa intende fare per l'ospedale di Guardiagrele e cioè farlo tornare ad essere un centro di riferimento per i cittadini della zona di Guardiagrele e dintorni. Infine ha chiarito che adesso la proposta è sul tavolo del ministero a Roma. E non è stata affatto bocciata. Il ministero ha soltanto differito l'esame della proposta a dopo l'estate.

Hanno poi preso parte all'incontro il portavoce Taglieri che ha definito come dev'essere strutturato un ospedale sul territorio cercando di porlo il più possibile vicino alle esigenze della gente.  Ha poi continuato il Sindaco di Guardiagrele e infine ha chiuso l'incontro l'associazione che ha ringraziato tutti i partecipanti e soprattutto la popolazione accorsa in piazza, sottolineando l'importanza di essere uniti tutti insieme e soprattutto di continuare a credere in questo Sogni che si chiama Ospedale e ringraziando tutti i cittadini, le attività commerciali, i politici e le famiglie che li hanno sempre sostenuti. Il sodalizio andrà avanti ora più che mai in questa lotta e continuerà ad informare la popolazione dei futuri sviluppi.

Torna su
ChietiToday è in caricamento