L'Inail dice sì alla ristrutturazione del vecchio ospedale: via al progetto da 19 milioni

Saranno dismessi l’ex ospedale pediatrico, l’immobile di via Martiri Lancianesi e quelli che attualmente ospitano il Centro di salute mentale e il Servizio dipendenze

C’è il primo via libera alla ristrutturazione dell’ex ospedale di Chieti, grazie a una partnership con l’Inail. È stata, infatti, accolta la richiesta avanzata dalla Asl Lanciano Vasto Chieti per accedere alle iniziative immobiliari di elevata utilità sociale finanziate dall’Istituto previdenziale valutabili nell’ambito dei piani triennali di interventi.

Lungo e complesso l’iter burocratico che accompagna la procedura, avviata con la partecipazione da parte dell’azienda a una selezione di manifestazione di interesse con il progetto di riqualificazione, adeguamento degli spazi e dell’ex complesso ospedaliero Santissima Annunziata di via Valignani. La proposta è stata dichiarata “valutabile” dall’Inail che ha, quindi, indicato gli adempimenti successivi, quali la verifica della compatibilità tecnica, economica e finanziaria dell’investimento, e la redazione del progetto esecutivo da parte della Asl con anticipazione della relativa spesa, stimata dallo schema di contratto Inail in 850mila euro: la somma sarà poi stornata una volta ottenuta l’approvazione del progetto.  

Gli step indicati sono stati puntualmente rispettati, e la direzione aziendale oggi ha approvato il progetto di fattibilità, passaggio fondamentale per avviare la gara per la progettazione esecutiva e la definizione del finanziamento.

La spesa prevista è di 19 milioni di euro, interamente a carico dell’Inail, che destinerà 6,6 milioni di euro all’acquisto dell’immobile e la restante parte agli interventi di riqualificazione.

Spiega il direttore generale della Asl, Pasquale Flacco

Si tratta di un’operazione di grande valore per l’azienda e soprattutto per la città, perché consentirà di concentrare in un unico luogo tutti i servizi per la salute disseminati in centro, che oggi hanno ubicazioni frammentate e non sempre in spazi adeguati alle necessità. In centro sorgerà un Polo della salute che renderà più semplice e agevole per i cittadini accedere a servizi e prestazioni.

Non secondaria la ricaduta economica dell’operazione per l’azienda, che potrà ottimizzare le risorse e l’utilizzo degli spazi, in alcuni casi divenuti inadeguati alle necessità espresse dall’utenza. Saranno pertanto dismessi l’ex ospedale pediatrico, l’immobile di via Martiri Lancianesi e quelli che attualmente ospitano il Centro di salute mentale e il Servizio dipendenze.

Potrebbe interessarti

  • Doppio intervento per salvare la vita a una mamma e alla sua bimba

  • All'ospedale di Chieti apre il servizio psichiatrico di diagnosi e cura

  • La vastese Roberta Petroro sposa mister Oddo

  • Aperitivo a Chieti: 6 locali da non perdere

I più letti della settimana

  • Bucchianico, incidente in moto: muore giovane ragazzo

  • Evade oltre 700mila euro: sequestrati conti correnti e villa al titolare di azienda vitivinicola

  • Caldo killer, malore sulla spiaggia a Ortona: muore a 50 anni

  • Ponti e festività da record nel prossimo anno scolastico: ecco quando si torna sui banchi

  • Precipita da un ponteggio per oltre 2 metri e batte la testa: è grave

  • La d'Annunzio celebra i laureati eccellenti in stile americano, ma la cerimonia si tiene a Pescara

Torna su
ChietiToday è in caricamento