Coronavirus, "Il farmaco antiartrite sta funzionando": le parole del professor Parruti accendono la speranza

L'infettivologo conferma i buoni risultati: "Abbiamo l’evidenza che il nuovo farmaco, il Tocilizumab, sta funzionando"

Il farmaco antiartrite reumatoide impiegato per la regolazione del sistema immunitario sta funzionando sui pazienti dell’ospedale di Pescara contagiati da Covid 19. Lo conferma il direttore dell’Unità operativa Complessa (Uoc) di Malattie Infettive Giustino Parruti riaccendendo la speranza.

Tocilizumab è il nome del nuovo farmaco antiartrite che in questi giorni risuona sulla bocca di tanti perché potrebbe davvero aiutare i medici e i malati a vincere la battaglia contro il Coronavirus.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Spot
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

I dettagli di quanto sta avvenendo in Abruzzo li fornisce lo stesso Parruti: “Adesso lo stiamo dando alle forme un po' più precoci,- spiega - cioè quando ci facciamo l'idea che il paziente abbia tutti i fattori di rischio per progredire. Abbiamo visto diverse persone già togliere l'ossigeno. Se tutto questo viene confermato, è una cosa che può cambiare un pochino la storia di questo affollamento. Ha risvolti individuali, organizzativi e, quindi, societari. Se si riduce il numero degli intubati e la durata media della degenza e, quindi, la durata delle complicanze, questo si ripercuoterà con una ridotta mortalità”. 
 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coronavirus: quali sono i sintomi, come si trasmette e i modi per tutelarsi dal contagio

  • Prorogate tutte le zone rosse: non si può entrare e uscire fino al 13 aprile

  • Coronavirus, in Abruzzo sono morte altre 10 persone

  • Coronavirus in Abruzzo, Marsilio: "Un pizzico di speranza dai dati dei nuovi contagi"

  • Esce ubriaco nonostante il divieto e si schianta contro una centralina dell'Enel: arrestato

  • Coronavirus, morte altre 13 persone: ci sono anche due teatini e due uomini della provincia

Torna su
ChietiToday è in caricamento