Masterplan Regione, critiche dal 5 stelle Smargiassi

Il consigliere giudica insufficienti le risorse destinate all'area produttiva del vastese

Continua a far discutere il Masterplan della Regione Abruzzo. Le polemiche, stavolta, arrivano dal consigliere vastese PIetro Smargiassi del Movimento 5 stelle, che accusa il governatore D'Alfonso di aver "riservato solo le briciole".

"Dei 900 milioni previsti - dice - il nostro territorio riceve ben pochi spiccioli (se confrontati con le somme complessive). Un’area che meriterebbe, al contrario, di essere premiata stante l’importante produttività della stessa”.

“Ci si trova, al contrario - prosegue - a dover prendere atto degli intenti propositivi del Governatore verso interventi dall’indubbio peso specifico ma dalla notevole complessità - continua Smargiassi - primo fra tutti “l’ultimo miglio ferroviario” di cui da troppo tempo si parla ma che ha delle concrete e molteplici difficoltà esecutive ( non ultime quelle connesse all’esistenza di reperti archeologici nell’area da cantierizzare)”. 

Per Smargiassi, nel vastese servirebbero infrastrutture strategiche: "Un piano di strade a servizio dei Comuni che D'Alfonso vuole rendere più belli con interventi sui centri storici. Interventi stradali che però devono essere frutto di programmi concreti, in cui siano cristallizzate le somme a disposizione ed i tempi di intervento, che comunque guardino lo sviluppo e non solo l’intervento estemporaneo per far fronte a situazioni emergenziali”.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Spot
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

“In sostanza - conclude il consigliere 5 stelle - il governatore dovrebbe far tesoro delle critiche ricevute sullo strumento del Masterplan ed in particolare su tematiche quali il completamento della diga di Chiauci, le infrastrutture da realizzare per supportare le imprese presenti nel tessuto industriale del vastese, sulle strade Val Sinello, fondovalle treste e trignina". E non risparmia una frecciata al sindaco di Vasto Luciano Lapenna, presidente di Anci Abruzzo, reo di aver messo in atto un "silenzio di circostanza"  sul Masterplan.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coronavirus: quali sono i sintomi, come si trasmette e i modi per tutelarsi dal contagio

  • Prorogate tutte le zone rosse: non si può entrare e uscire fino al 13 aprile

  • Coronavirus, in Abruzzo sono morte altre 10 persone

  • È scomparso ad Arielli il "poeta agricoltore" Tommaso Stella

  • Esce ubriaco nonostante il divieto e si schianta contro una centralina dell'Enel: arrestato

  • Coronavirus, morte altre 13 persone: ci sono anche due teatini e due uomini della provincia

Torna su
ChietiToday è in caricamento