Torrente Maltempo a Vasto: "Rischio idrogeologico e ambientale"

I consiglieri comunali del M5S, Dina Carinci e Marco Gallo, hanno depositato chiedono al sindaco Menna azioni per contrastare l'inquinamento del torrente

I consiglieri comunali del M5S, Dina Carinci e Marco Gallo, hanno depositato in Consiglio comunale un’interrogazione per chiedere al sindaco Menna quali azioni si intendano mettere in atto per contrastare il rischio idrogeologico e l’inquinamento del torrente Maltempo.

Già nel settembre 2016 un privato cittadino, residente in contrada Castello, aveva inoltrato all’Ufficio Servizi la richiesta di messa in sicurezza e sistemazione degli argini e dell’alveo del torrente per pregiudizio della pubblica incolumità.

Pochi mesi dopo, nel gennaio 2017, grazie all’inerzia del Comune e a forti precipitazioni, da considerare ormai come normali e sempre più frequenti, il sindaco Menna ha dovuto emettere un’ordinanza di sgombero ed interdizione di tutte le aree poste entro la fascia di 300 metri dall’argine del torrente Maltempo, a causa del pericolo di esondazione.

Nonostante le successive sollecitazioni da parte dei cittadini residenti o proprietari di terreni in contrada Castello nulla è stato fatto per ridurre il rischio idrogeologico derivante dalla progressiva erosione degli argini e dalla scarsa manutenzione del letto che appare ingombrato da residui di ogni tipo.

La strada che attraversa il torrente, piena di buche profonde, è praticamente interrotta a causa del cedimento di un ponticello e le acque appaiono inquinate già ad una semplice analisi visiva.

Ci auguriamo che quest’Amministrazione si renda pienamente conto della criticità della situazione nell’approssimarsi della stagione autunnale e che metta in atto adeguati interventi per consolidare gli argini, liberare il letto del torrente,

ripristinare la normale viabilità, ricercare e rimuovere le cause dell’inquinamento.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Spot
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

In contrada Castello c’è in gioco la sicurezza dei cittadini, quindi il Sindaco, come ha fatto per Fosso Marino, si metta in macchina, vada sul luogo e sblocchi i lavori veramente utili e mai iniziati.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coronavirus: quali sono i sintomi, come si trasmette e i modi per tutelarsi dal contagio

  • L'infettivologo: "Aspettiamoci 2-3mila casi in Abruzzo. Fine di questa fase? Almeno altre 4-6 settimane"

  • Covid-19, il laboratorio dell'Ud'A di Chieti pronto per eseguire i test: si parte con gli operatori sanitari

  • Coronavirus: altri sei morti in Abruzzo, due erano della provincia di Chieti

  • Crescono i casi di Coronavirus a Caldari di Ortona, il sindaco chiede tamponi per tutti

  • Se ne è andata la professoressa Lea Curti Pancella

Torna su
ChietiToday è in caricamento