Senologia Ortona: Acerbo presenta un'interrogazione alla Regione

Il consigliere regionale chiede a presidente e giunta di intervenire per la modifica del provvedimento e per restituire la qualifica di struttura complessa all’Unità senologica di Ortona. Tante le raccolte firme per impedire il declassamento al "Bernabeo"

Il consigliere regionale di Rifondazione Comunista, Maurizio Acerbo, ieri ha presentato una risoluzione urgente sul declassamento della Senologia di Ortona. L’unità, punto di riferimento regionale per la cura del cancro al seno, starebbe per passare da struttura complessa a struttura semplice.

Martedì prossimo il Consiglio Regionale il Consiglio regionale sarà chiamato a discutere del provvedimento assunto dalla Asl.

“Chiediamo a presidente e giunta di intervenire per la modifica del provvedimento e per restituire la qualifica di struttura complessa all’Unità senologica di Ortona, il cui declassamento ha suscitato una vasta mobilitazione di donne e lo sconcerto dell'opinione pubblica” – si legge nell’interrogazione.

Sono migliaia infatti le firme raccolte dalle associazioni per il reparto del “Bernabeo”, che richiama circa il 50% delle donne abruzzesi e fa registrare una mobilità attiva di circa il 55%.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

“La necessità di razionalizzare il numero di strutture semplici e complesse di ciascuna azienda coerentemente agli standard non pare giustificare il declassamento di un’eccellenza della sanità regionale – aggiunge Maurizio Acerbo – e la riorganizzazione delle Uoc, doverosa per legge, deve comunque tener conto che esperienze ed organizzazioni sanitarie di eccellenza e che hanno bisogno di un’organizzazione complessa, vadano conservate e messe nella condizione di ampliare l’offerta di salute offrendo possibilmente mezzi di ulteriore crescita”.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Un male si è portato via il tenente Nicola Di Biase, aveva solo 27 anni

  • Si è spento Giuseppe Sigismondi, titolare della storica tabaccheria lungo corso Marrucino

  • Bimbo di 3 anni investito mentre attraversa la strada con la mamma: panico a Chieti Scalo

  • A fuoco chiosco in piazza Garibaldi nella notte

  • Morì all'improvviso durante l'emergenza sanitaria: una messa per ricordare l'autista della Croce Gialla Cocco

  • Speleologi bloccati nella grotta a Roccamorice: trovato morto il terzo, un geologo dello Speleo club di Chieti

Torna su
ChietiToday è in caricamento