Salvini commissaria la Lega in Abruzzo: Luigi D'Eramo nuovo coordinatore

Bellachioma invece entra a far parte dello staff organizzativo del partito

Il deputato Luigi D'Eramo è stato nominato nuovo coordinatore della Lega in Abruzzo confermando l'uscita "morbida" di Giuseppe Bellachioma, che non sarà più il coordinatore regionale ma entrerà a far parte dello staff organizzativo del partito.

L'ufficialità è arrivata nella tarda mattina di oggi dalla Lega nazionale. Così Matteo Salvini rimette ordine nel Carroccio regionale confermando le indiscrezioni degli ultimi giorni.

Una situazione intricata per il partito abruzzese, che aveva richiesto l'intervento diretto dello stesso Salvini dopo la nomina di Caterina Longo, moglie dell'assessore Fioretti, come rappresentante abruzzese della commissione per le adozioni internazionali. Ma anche il ritardo con cui il Consiglio regionale aveva approvato la delibera per abolire la quota proporzionale della legge elettorale, collocando l'Abruzzo come sesta regione ad aver dato l'ok al provvedimento voluto dal leader del Carroccio Salvini (l'obiettivo minimo era arrivare tra le prime cinque).

Quanto all'arrivo del parlamentare Luigi D'Eramo, già commissario salviniano in Puglia e all'incarico nazionale per Bellachioma, il segretario Salvini ha detto: "Auguro a entrambi buon lavoro, ringraziandoli per l'impegno e la serietà del lavoro che hanno sempre dimostrato. La Lega cresce in tutta Italia e sono orgoglioso di poter contare su una squadra di qualità".

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Al Comune di Ortona concorso pubblico per sette posti a tempo indeterminato

  • Accoltellata nel cortile di casa a Francavilla: non ce l'ha fatta Aliona Oleinic

  • Casoli, il mezzo agricolo gli trancia la gamba: agricoltore muore dissanguato

  • Dopo il cambio di sesso, Carmen Eleonor si racconta per combattere i pregiudizi

  • Visite fiscali 2019: gli orari e le ultime novità targate Inps

  • Pensionato a spasso col cane trova un chilo e mezzo di eroina nel parco

Torna su
ChietiToday è in caricamento