Riqualificazione ex fabbriche, Stella (M5s): “La norma facilita solo i grandi gruppi industriali”

Anche la consigliera regionale M5S interviene in merito alla proposta di legge del presidente del Consiglio Lorenzo Sospiri che mira a riqualificare le ex aree industriali dismesse

Anche la consigliera regionale M5S Barbara Stella interviene in merito alla proposta di legge del presidente del Consiglio Lorenzo Sospiri che mira a riqualificare le ex aree industriali dismesse. “L’idea del recupero di queste aree lasciate all’abbandono e che deturpano l’immagine della nostra regione è necessario, ma la legge così come ci è stata presentata sembra troppo approssimativa e non punta a restituire aree verdi ai cittadini” afferma spiegando che ex-aree industriali e opifici dismessi, prima di poter avviare qualsiasi altro tipo di attività, devono essere necessariamente bonificate.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

"Sappiamo bene - dice ancora Stella - come le bonifiche richiedano una spesa elevata e non vorrei che la possibilità di cambiare il piano regolatore di queste zone serva solo per favorire la nascita di alcuni grandi centri commerciali e lasciare attorno aree ancora dismesse e inquinate. Il ragionamento che bisogna fare invece deve essere complessivo: chi vuole investire in queste aree deve garantire la restituzione di spazi di aggregazione per i cittadini e un recupero di tutte le aree integralmente, lasciando invariato il consumo del suolo e delle aree verdi, oppure questa norma serve solo a favorire i grandi gruppi a discapito sia del recupero urbano che dei piccoli commercianti. Nella discussione di domani in commissione intendo capire bene in che direzione vuole guardare la legge del centro destra perché, se come immagino, la restituzione delle aree verdi ai cittadini e la bonifica delle aree saranno elementi marginali allora siamo molto lontani da una legge che porti beneficio ai cittadini”. conclude.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Si è spento Giuseppe Sigismondi, titolare della storica tabaccheria lungo corso Marrucino

  • Bimbo di 3 anni investito mentre attraversa la strada con la mamma: panico a Chieti Scalo

  • A fuoco chiosco in piazza Garibaldi nella notte

  • Speleologi bloccati nella grotta a Roccamorice: trovato morto il terzo, un geologo dello Speleo club di Chieti

  • Morì all'improvviso durante l'emergenza sanitaria: una messa per ricordare l'autista della Croce Gialla Cocco

  • Coronavirus: tre nuovi casi positivi, due in provincia di Chieti

Torna su
ChietiToday è in caricamento