"Abbonamenti con tariffe minime per i parcheggi a pagamento di Chieti"

La proposta di Giustizia Sociale, che mira "alla mobilità sostenibile e l’attenzione alla qualità della vita dei cittadini di Chieti"

Il parcheggio di via Papa Giovanni

Abbonamenti per i parcheggi a pagamento con tariffe minime e bonus sociali per i meno abbienti. È la proposta che il capogruppo di Giustizia Sociale Bruno Di Paolo avanzerà venerdì, nella seduta della commissione regolamento. Di Paolo, infatti, porterà all'attenzione dei commissari una bozza di regolamento predisposta dagli esperti del partito.

Giustizia sociale fa leva su una revisione del regolamento per il servizio di gestione dei parcheggi e delle aree di sosta comunali a pagamento, che comprende anche gli stalli a raso lungo le strade e piazze del territorio comunale attualmente in capo alla società in house Teateservizi. Una revisione che, dicono Di Paolo e il responsabile di Giustizia Sociale per le attività culturali e artistiche Gianni Totino,

dovrà necessariamente rappresentare la chiave di svolta verso una nuova idea culturale della città, basata sul rafforzamento della mobilità sostenibile e l’attenzione alla qualità della vita dei cittadini di Chieti.

La proposta mira a garantire la più ampia fruizione dei parcheggi da parte dei cittadini, avendo a riguardo i risultati attesi e definiti nel Piano Economico Finanziario 2018-2023 prodotto dalla società in house Teateservizi srl unitamente all'asseverazione rilasciata, secondo legge, dalla Società Vincenzo Serraiocco Auditors & Consultants Srl di Pescara in data 23/07/2018.

Ciò potrebbe determinare, per i 753 stalli a raso scoperti e i 886 stalli in strutture coperte, se non un equiparato introito per le Casse Comunali, di gran lunga maggiori rispetto alla passata gestione Blu Parking, la sperata “installazione, costruzione e gestione di parcheggi in superficie, sopraelevati o in sotterranea, ricavato dalle somme eventualmente eccedenti” (come definito nell'art.7 del D.Lgs 285/1992) sulla base della previsione dei maggiori intrioiti fatta dalla Società di Consulenza Vincenzo Serraiocco nella sua relazione asseveratrice.

Tale misura, guardando anche ai commercianti e imprese locali, prospetterebbe un sempre più diffuso utilizzo dei servizi che inevitabilmente andrebbe a garantire un più snella mobilità urbana anche nelle zone a Ztl.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Ruba un giaccone in saldo, rimuove la placca antitaccheggio e lo indossa: bloccato al centro commerciale

  • Bimba di dieci mesi rischia di soffocare al centro commerciale: salvata da un infermiere

  • La simpatia di Alessandra da Chieti conquista la puntata di Avanti un altro

  • Tragico incidente: auto finisce in un fosso a pochi metri dalla cerimonia per Rigopiano, morta una donna di Chieti

  • Preselezione per infermieri: pubblicata la graduatoria dei mille che accedono alla prova scritta

  • Trova i ladri in camera da letto mentre gioca alla Play: paura in casa a Vasto Marina

Torna su
ChietiToday è in caricamento