Verde pubblico in piazza Carafa. IdeAbruzzo: “Il Comune restituisca il decoro urbano”

Segnalata da Vincenzo Mancinelli l’incuria nella zona centrale di Chieti scalo, a due passi da scuola Mezzanotte e sede comunale

“Il degrado ormai non è solo in periferia…”. Inizia così la nota polemica di Vincenzo Mancinelli, della lista civica IdeAbruzzo, dopo aver ripreso alcune immagini scattate dai cittadini e pubblicate sui social. Le foto sono relative alla zona di piazza Carafa a due passi da scuola Mezzanotte e sede comunale.

“Balza agli occhi di tutti l’incuria che regna nella zona centrale di Chieti scalo a due passi dalla sede comunale e dalla scuola Mezzanotte, nella annessa piazza Carafa, dove fioriscono ‘foreste autoctone’ dovute alla mancata manutenzione del verde probabilmente da anni, abbandono di rifiuti di ogni genere e sporcizia. Il tutto avviene in una zona molto frequentata dai residenti e non, che per poter passare sui marciapiedi devono superare percorsi a ostacoli, da bambini che frequentano le scuole medie , oltreché da numerosi cittadini che in quella zona transitano e parcheggiano per via della sede comunale”.

1-6-2

Mancinelli conclude rivolgendosi all’amministrazione comunale.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

“Non ci sono cittadini dei serie A e di serie B. IdeAbruzzo presenterà all'assessore competente un'apposita segnalazione affinchè provveda nel più breve tempo possibile a restituire il decoro urbano che la zona merita, essendo non solo via di passaggio ma luogo di aggregazione per bambini e ragazzi, esposti costantemente a rischi e sporcizia”.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Fibromialgia: finalmente l'Abruzzo definisce le linee guida per diagnosi e trattamento

  • Un male si è portato via il tenente Nicola Di Biase, aveva solo 27 anni

  • Si è spento Giuseppe Sigismondi, titolare della storica tabaccheria lungo corso Marrucino

  • Speleologi bloccati nella grotta a Roccamorice: trovato morto il terzo, un geologo dello Speleo club di Chieti

  • Il teatro piange Maria Grazia Montante, regina della compagnia I Marrucini

  • Ascanio Celestini, Lino Guanciale e gli Avion Travel: estate di grandi nomi a Guardiagrele

Torna su
ChietiToday è in caricamento