Verde pubblico in piazza Carafa. IdeAbruzzo: “Il Comune restituisca il decoro urbano”

Segnalata da Vincenzo Mancinelli l’incuria nella zona centrale di Chieti scalo, a due passi da scuola Mezzanotte e sede comunale

“Il degrado ormai non è solo in periferia…”. Inizia così la nota polemica di Vincenzo Mancinelli, della lista civica IdeAbruzzo, dopo aver ripreso alcune immagini scattate dai cittadini e pubblicate sui social. Le foto sono relative alla zona di piazza Carafa a due passi da scuola Mezzanotte e sede comunale.

“Balza agli occhi di tutti l’incuria che regna nella zona centrale di Chieti scalo a due passi dalla sede comunale e dalla scuola Mezzanotte, nella annessa piazza Carafa, dove fioriscono ‘foreste autoctone’ dovute alla mancata manutenzione del verde probabilmente da anni, abbandono di rifiuti di ogni genere e sporcizia. Il tutto avviene in una zona molto frequentata dai residenti e non, che per poter passare sui marciapiedi devono superare percorsi a ostacoli, da bambini che frequentano le scuole medie , oltreché da numerosi cittadini che in quella zona transitano e parcheggiano per via della sede comunale”.

1-6-2

Mancinelli conclude rivolgendosi all’amministrazione comunale.

“Non ci sono cittadini dei serie A e di serie B. IdeAbruzzo presenterà all'assessore competente un'apposita segnalazione affinchè provveda nel più breve tempo possibile a restituire il decoro urbano che la zona merita, essendo non solo via di passaggio ma luogo di aggregazione per bambini e ragazzi, esposti costantemente a rischi e sporcizia”.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Auto in bilico sullo strapiombo, tragedia sfiorata in via della Liberazione

  • Poste Italiane assume portalettere anche a Chieti e provincia

  • A fuoco camion che trasportava agrumi: chiusa l'autostrada tra Francavilla e Chieti

  • Incidente in A14: nove mezzi coinvolti, tratto chiuso tra Francavilla e Chieti

  • La troupe della Rai gira sulla Majella per la trasmissione di Alberto Angela

  • Farmaci: arriva in Italia l'anti-diabete di ultima generazione

Torna su
ChietiToday è in caricamento