L’accusa del M5S: “L’amministrazione comunale incapace di partecipare ai bandi europei”

Marcozzi: "Mancano capacità progettuale e visione strategica della città". Pronta un'interrogazione per fare il punto sulla situazione

Lassismo e inerzia da parte dell’amministrazione Di Primio nei confronti dei progetti europei secondo il Movimento 5 Stelle. L’accusa prende spunto dal bando appena pubblicato da Regione Abruzzo per la “Promozione dell’eco-efficienza e riduzione di consumi di energia primaria negli edifici e strutture pubbliche”, un progetto che prevede il finanziamento di “interventi di ristrutturazione di singoli edifici o complessi di edifici, installazione di sistemi intelligenti di telecontrollo, regolazione, gestione, monitoraggio e ottimizzazione dei consumi energetici e delle emissioni inquinanti anche attraverso l’utilizzo di mix tecnologici”. 

“Si tratta di una delle tante occasioni a cui i Comuni, attraverso le dotazioni dei fondi europei, possono partecipare” commenta la consigliera regionale teatina Sara Marcozzi che si domanda se l’amministrazione intende partecipare al bando. “Un'amministrazione che appare troppo concentrata sulle improduttive guerre di campanile, mentre Chieti – dice - perde numerose opportunità di finanziamento. A quasi due anni dalle elezioni, riteniamo i risultati di questa Giunta davvero scarsi”.

“Siamo a quasi metà mandato – aggiungono i consiglieri comunali Argenio e D’Arcangelo  -e mentre in altri comuni vicini vengono istituiti uffici di euro-progettazione, a Chieti siamo fermi all’età della pietra e le maggiori responsabilità sono di un Sindaco padre-padrone che non ha ancora percepito l’importanza della condivisione delle responsabilità, che non ha minimamente pensato alla creazione di team di lavoro, soprattutto in tema di euro-progettazione”.

Il MoVimento nei prossimi giorni depositerà un’interrogazione per fare il punto sulla situazione. “Vogliamo conoscere il numero di progetti europei a cui il Comune di Chieti ha partecipato - spiegano Argenio e D’Arcangelo - è una partita troppo importante, forse l’unica su cui puntare davvero per implementare di risorse economiche un bilancio imbrigliato da passività. La capacità di progettazione è l’unica via percorribile per dare ossigeno ed immettere nuove risorse sul territorio, questa è l nostra proposta. Il sindaco, se tiene alla sua città, dovrà accoglierla, altrimenti vada a casa!”.
 

Potrebbe interessarti

Attendere un istante: stiamo caricando i commenti degli utenti...

Commenti (1)

  • La politica?!?! Che bella cosa....oggi a me domani a me.

Notizie di oggi

  • Video

    Video I Buon 25 aprile: il ricordo della Resistenza in provincia di Chieti

  • Politica

    L'Anticorruzione ferma il nuovo ospedale ma per D'Alfonso è tutto chiaro

  • Cronaca

    Rapina al distributore di benzina: puntano la pistola e si fanno consegnare i soldi

  • Economia

    La Honda di Atessa produce il milionesimo scooter della sua storia

I più letti della settimana

  • Sinistra Italiana su Sevel: "Si avvii un'indagine sulle condizioni di lavoro dei dipendenti"

  • Di Iorio (Pd): "Sono preoccupato per la mia città, ma da mercoledì forse è iniziato un nuovo corso"

  • Nuovo ospedale, si accende lo scontro: "Forza Italia non vuole un ospedale più sicuro a Chieti"

  • Sul web spunta la petizione per assegnare il Nobel per la pace al senatore Razzi

  • Di Primio non ha più la maggioranza, ma su Facebook rassicura: "Non mi dimetto"

  • Nuovo strappo nella maggioranza: Di Primio minaccia le dimissioni, ma poi smentisce

Torna su
ChietiToday è in caricamento