Scacco di Forza Italia al sindaco: "Non votiamo le delibere fino alle dimissioni dell'assessore Di Biase"

I consiglieri hanno votato solo il primo punto fra gli argomenti affrontati dal consiglio comunale, spiegando di voler essere ascoltati dal primo cittadino

Immagine di repertorio

Forza Italia non molla: il gruppo di maggioranza più numeroso al Comune di Chieti continua a chiedere la testa dell'assessore al Commercio, Carla Di Biase, come già fatto qualche settimana fa nel corso di un incontro con il sindaco Umberto Di Primio. E, finché non verranno accontentati, i consiglieri promettono che non voteranno alcuna delibera che non sia presentata da un assessore del proprio partito.

Una crisi di maggioranza come forse non se n'erano mai viste in questa consiliatura giunta ben oltre il giro di boa, che rischia di tenere banco a lungo, fra il sindaco che difende l'esponente della sua giunta e i consiglieri compatti più che mai, tanto che oggi hanno abbandonato l'aula del consiglio comunale dopo la discussione di appena un punto fra quelli all'ordine del giorno. 

All'inizio della seduta, infatti, Forza Italia ha chiesto di cambiare l'ordine di discussione degli argomenti, anticipando la variante urbanistica illustrata dall'assessore Mario Colantonio. Una volta votata quella, i consiglieri sono tutti usciti dall'aula, per non tornare più. 

Oltre alla vicenda politica, c'è in ballo anche una trattativa sul bilancio. I consiglieri hanno illustrato al sindaco una serie di modifiche, ma non si è ancora giunti a una soluzione che possa andar bene a tutti.

Dopodiché, la seduta è proseguita, con l'approvazione della mozione di “Chieti. Da Capo” e Movimento 5 stelle per chiedere un avviso di reclutamento per il personale dei parcheggi, votata anche dal sindaco Umberto Di Primio, che ha spiegato di aver già sollecitato in merito il nuovo amministratore di Teateservizi Giovanni D’Amico.

Soddisfatto il capogruppo di "Chieti. Da Capo", Stefano Rispoli: 

Ringraziamo una parte della maggioranza che ha compreso l’importanza deill'argomento, segno che, quando ci sono questioni importanti, si va oltre la politica nell’interesse dei cittadini. Non capiamo, però, l'atteggiamento dei consiglieri di Forza Italia.

Voto favorevole dell'assemblea anche alla mozione del gruppo “Chieti. Da Capo” sulla responsabilità dei dirigenti nel caso di controversie giudiziarie con i lavoratori delle società partecipate.

Potrebbe interessarti

  • Come Angelina Jolie, anche alla Asl di Chieti si può fare il test genetico per i tumori al seno e all'ovaio

  • All'ospedale di Chieti nasce "Spazio mamma", per prevenire e curare la depressione in gravidanza

  • Sushi a Chieti: 6 locali da non perdere

  • Il Comune ritarda i rimborsi per i libri di testo, la protesta delle librerie ricade sulle famiglie

I più letti della settimana

  • Moto contro furgone lungo la Tiburtina: muore centauro teatino

  • Schianto mortale a Brecciarola, la vittima è un altro centauro

  • Inseguimento da film sull'Asse attrezzato, la polizia sperona l'auto rubata per bloccare i fuggitivi

  • Si è spento a 56 anni Gaetano Bellia: la camera ardente in azienda

  • Dramma a Fara San Martino, massi si staccano e colpiscono gruppo di escursionisti: donna in coma

  • Scontro fra auto e moto, ferito seriamente un motociclista

Torna su
ChietiToday è in caricamento