Elezioni Chieti, fumata nera nell'incontro per il candidato sindaco del centrodestra

La candidatura di Fabrizio Di Stefano (Lega) per ora è appoggiata da Udc e il sindaco Di Primio. Forza Italia chiede le primarie e lancia Maurizio Formichetti

Non c'è l'accordo per il candidato sindaco del centrodestra alle prossime elezioni comunali. Ieri il vertice allargato, a L’Aquila, durato circa tre ore, nella sede del consiglio regionale. Presenti Luigi D’Eramo deputato Lega commissario cittadino; Giovanni Angelucci, senatore e coordinatore regionale; Nazario Pagano; l'assessore regionale Mauro Febbo; Etel Sigismondi coordinatore regionale Fratelli d’Italia; Antonio Tavani, coordinatore provinciale; Andrea Buracchio, segretario provinciale Udc.

Un primo incontro, dunque, servito per formalizzare e rendere ufficiali le proprie posizioni. La Lega rivendica la scelta del candidato sindaco Fabrizio Di Stefano ufficializzato da Matteo Salvini in persona un mese fa al Supercinema: il Carroccio ha già ottenuto l’appoggio del sindaco uscente, Umberto Di Primio e dell’Udc che ha ufficializzato il proprio sostegno.

A ostacolare la candidatura del candidato leghista è Forza Italia che chiede di scegliere il candidato della coalizione attraverso il metodo delle primarie. "La candidatura di Fabrizio Di Stefano  – dice il consigliere regionale Mauro Febbo – è di certo una scelta di spessore ma noi pensiamo - spiega Febbo - che dopo dieci anni di governo della città l’elettorato si aspetti un maggiore slancio per questo proponiamo un nostro candidato sindaco come Maurizio Formichetti che secondo, a nostro avviso, riscuote di grande apprezzamento".

Nel mezzo si colloca Fratelli d’Italia: il partito della Meloni attraverso le parole del coordinatore provinciale Antonio Tavani da una parte si dice "pronto a sostenere la candidatura di Fabrizio Di Stefano se l’indicazione dovesse arrivare direttamente dai vertici nazionali del partito - dall’altra - non ci tiriamo indietro in caso di primarie con la presentazione di un nostro candidato sindaco. In tal caso abbiamo già le idee chiare sulla persone da mettere in campo".  La riunione, poi, è virata su altri comuni che andranno al voto in primavera: in particolare su Avezzano, oggetto del desiderio di tutte le componenti di centro destra che rientra all'interno della trattativa da parte delle varie anime del centrodestra.

Sull’esito di questo primo incontro tra i partiti, Fabrizio Di Stefano dice: "Si tratta dei classici rituali della politica – dice il candidato della Lega – anche se ricordano troppo la “vecchia politica” che non credo sia quello che chiedono i cittadini. La mia candidatura – spiega Di Stefano – è stata richiesta da Matteo Salvini proprio con l’intento di appianare quelle divergenze che ci sono state in passato a livello locale nella nostra coalizione. Penso sia giusto da parte degli altri partiti prendersi del tempo per decidersi. In ogni caso - conclude Di Stefano - io sto già lavorando alla campagna elettorale insieme ai candidati".

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Muore investita dall'auto con la figlia minorenne a bordo: la vittima era di Chieti

  • Morto l'uomo investito da un'auto lungo la fondovalle Alento a Torrevecchia [FOTO]

  • Morto investito lungo la fondovalle Alento: la vittima è Aldo D'Angelosante

  • Morto l'uomo caduto all’interno della scala mobile di Chieti

  • In auto con due chili di cocaina pura: arrestato dopo inseguimento da Chieti Scalo a Vasto

  • Coronavirus, quattro studenti sotto osservazione in Abruzzo

Torna su
ChietiToday è in caricamento