Daniela Torto sulle prossime amministrative: "Centrodestra solo disastri e Di Stefano non è di Chieti"

La parlamentare del Movimento 5 Stelle critica l'amministrazione Di Primio e lancia un appello a "cittadini e professionisti" ad unirsi al progetto dei pentastellati

Torna a infiammarsi il dibattito politico in vista delle prossime elezioni amministrative a Chieti. La deputata abruzzese (originaria di Bucchianico) del Movimento 5 Stelle, Daniela Torto torna a critica in modo aspro l'amminisrazione Di Primio.

Per Torto “Chieti è una città in grave difficoltà, il centrodestra in oltre dieci anni ha collezionato solo disastri e questo è sotto gli occhi di tutti. Eppure alle prossime elezioni si ripresenteranno sempre i soliti noti e sappiamo che qualcuno di loro ha solo cambiato partito: l’unica differenza è solo il nome candidato sindaco Fabrizio di Stefano, naturalmente cittadino non di Chieti, a dimostrazione di volere proseguire la politica fallimentare adottata in questi anni e con una scarsa visione per il futuro. Un centro destra che, soprattutto nel corso dell’ultima consiliatura, abbiamo più volte visto, diviso su tutto, ma oggi magicamente unito per le poltrone cittadine”.

La pentastellata ne ha anche per Mauro Febbo che ha raggiunto un accordo con Alessandro Marzoli (Italia Viva) a sostegno del candidato sindaco Bruno Di Iorio “per non parlare di quanto sta accadendo con accordi e accordini che sembrerebbe, da quanto si apprende sulla stampa, addirittura abbia portato l’assessore regionale al turismo  a non rispondere neppure al proprio  partito,  ma a preferire una lista civica in coalizione con Italia Viva di Renzi: se questo è il preludio, che futuro saranno in grado di garantire alla città di Chieti?”. Sono anni che vediamo muovere le fila della politica teatina sempre dagli stessi e senza alcun risultato".

Sul Movimento 5 Stelle che dovrebbe presentare il candidato sindaco Luca Amicone, la deputata lancia un appello ""a chiunque voglia aderire al nostro progetto di partecipare, i cittadini teatini meritano molto di più e questo è il momento che si riprendano in mano il proprio destino e non lasciare a questi inconcludenti la guida della città. Chieti è una realtà che non ha mai creduto molto in se stessa, anche se ha tante potenzialità, purtroppo mai valorizzate. Una città che è sempre stata guidata malissimo e con una parte di essa, Chieti Scalo, lasciata troppo spesso al proprio destino ma che resiste da sola”.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Fibromialgia: finalmente l'Abruzzo definisce le linee guida per diagnosi e trattamento

  • Un male si è portato via il tenente Nicola Di Biase, aveva solo 27 anni

  • Schianto frontale nella notte: muore un giovane di 22 anni, ferita una donna [FOTO]

  • Il teatro piange Maria Grazia Montante, regina della compagnia I Marrucini

  • Ascanio Celestini, Lino Guanciale e gli Avion Travel: estate di grandi nomi a Guardiagrele

  • “Morti aspettando la cassa integrazione”: necrologi shock di CasaPound davanti alla sede Inps

Torna su
ChietiToday è in caricamento