Danni da grandine, la Cna al Governo: "Serve una misura 'ad hoc' per l’Abruzzo"

A lanciare l’appello al consiglio dei ministri e al presidente Giuseppe Conte è il presidente regionale di Cna Abruzzo, Savino Saraceni

“Il governo riveda le sue posizioni sulla mancata concessione all’Abruzzo dei risarcimenti previsti per i danni provocati dall’eccezionale grandinata del luglio scorso. Nel caso, studi una misura specifica in grado di far fronte comunque al fabbisogno". A lanciare l’appello al Consiglio dei ministri e al presidente Giuseppe Conte è il presidente regionale di Cna Abruzzo, Savino Saraceni, secondo cui "al di là delle mere ragioni tecniche che impedirebbero il risarcimento dei danni, una eventuale decisione in tal senso striderebbe con il buon senso. L’enorme entità del computo finale dei danni, che supera i 200 milioni di euro ripartiti tra attività produttive, insediamenti privati, abitazioni, parco mezzi, non può essere archiviata per mere ragioni procedurale. Né si può pensare a una copertura attraverso eventuali polizze assicurative per chi ne è provvisto".

"È dunque necessario – conclude – che il consiglio dei ministri riveda l’annunciata posizione di chiusura, stabilendo nel caso una misura specifica alternativa, 'ad hoc', per sostenere l’Abruzzo e le sue attività gravemente danneggiate”.

Nei giorni scorso la parlamentare abruzzese del Movimento 5 Stelle, Daniela Torto aveva annunciato una interrogazione parlamentare per trovare una soluzione ai mancati rimborsi per i danni causati dalla grandinata dello scorso 10 luglio.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Festa del vino: sette patenti ritirate, ragazza fugge all'alt della polizia e viene denunciata

  • Bere tanta acqua fa davvero bene? Tutti gli effetti benefici da conoscere

  • Il trattore si ribalta e lo travolge: muore un agricoltore di 53 anni

  • Scende dal mezzo in panne e viene investita da un'auto: morta una giovane

  • Ragazzo scompare da Orsogna, l’appello dei familiari

  • Le fiamme distruggono una carrozzeria: l'incendio è stato appiccato

Torna su
ChietiToday è in caricamento