D'Alessandro: "Subito tamponi a medici e personale sanitario"

Il deputato abruzzese: "Se vogliamo ringraziare i nostri eroi quotidiani, il personale sanitario, non facciamolo a chiacchiere, almeno garantiamo il minimo supporto per farli operare in condizione di sicurezza per loro e per le loro famiglie"

"Sono passati troppi giorni, non voglio fare polemica, ma denunciare con fermezza, che è scandaloso che, ad oggi, medici e personale sanitario, ospedalieri, medici di base e pediatri che sono il front office con  il virus siano lasciati soli, non solo senza mascherine, ma senza che abbiano di diritto, per loro e per la sicurezza delle loro famiglie, per la sicurezza del loro lavoro, di effettuare il tampone per certificare le proprie condizioni, senza aspettare sintomi che, una volta manifestatatisi, sarebbe troppo tardi".

L'appello arriva dal deputato di Italia Viva Camillo D'Alessandro che promette interventi se le Asl abruzzesi non inizieranno a provvedere.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

"Non possiamo ringraziarli ogni giorno e poi lasciarli solo senza concedere loro neanche il diritto ad eseguire con urgenza il tampone - osserva-. Quale è la differenza tra Marsilio, che giustamente ha avuto diritto al tampone, per un solo contatto certificato avuto con un positivo (il presidente della regione e segretario nazionale del Pd Zingaretti), mentre a chi ha contatti, ogni giorno, con positivi e con centinaia di persone potenzialmente positive non viene riconosciuto lo stesso diritto?. Se la Regione vuole si può fare, dando immediato indirizzo alle Asl, che già avrebbero potuto agire in tutela del personale sanitario. Se non lo faranno - conclude  D'Alessandro - anche in modo programmato, mi vedrò costretto a portare la questione ad ogni livello. Non mappare il personale sanitario potrebbe avere conseguenze negative da ogni punto di vist".

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Malore improvviso in casa, muore a 39 anni tecnico informatico

  • L'Abruzzo scelto per la sperimentazione dell'app Immuni con Liguria e Puglia, si parte a giugno

  • In Abruzzo arrivano i Condhotel, stanze d'albergo vendute ai privati

  • Paglieta in lutto per Antonella, mamma di tre bambini scomparsa a 34 anni

  • Decathlon investe in provincia di Chieti: apre un secondo punto vendita

  • Smantellata la rete che riforniva di droga la provincia di Chieti: arrestate 13 persone

Torna su
ChietiToday è in caricamento