Renzi in Abruzzo: "Perché non visita le aziende in crisi?"

Da Forza Italia a L'Altra Chieti, coro di critiche contro l'arrivo del premier alla Walter Tosto, azienda florida che assume

Mentre il presidente del Consiglio Matteo Renzi, che questa mattina (lunedì 22 febbraio) ha visitato i laboratori del Gran Sasso, sta per arrivare a Chieti, alla Walter Tosto, si leva un coro di no bipartisan alla sua apparizione in Abruzzo.

I consiglieri regionali di Forza Italia parlano di “una semplice passerella che di concreto non apporterà nulla alla risoluzione dei problemi seri della nostra regione”. E incalzano il presidente della Regione, Luciano D’Alfonso, affinché chieda a Renzi “quando saranno affrontate seriamente le problematiche della ricostruzione dell’Aquila; se ha intenzione di togliere quella sciagurata tassa aeroportuale così nefasta per il futuro del nostro aeroporto; se c’è la volontà di limitare gli effetti del decreto Lorenzin che produrrà una improponibile riforma sanitaria e la conseguente chiusura degli ospedali abruzzesi; se e quali iniziative si vogliono intraprendere per invertire il trend negativo dell’occupazione. Piuttosto che occuparsi solo di chi assume - incalzano - perché non si preoccupa di chi deve licenziare molto spesso a causa dell’aumento crescente della tassazione sulle imprese?”.

Dello stesso tenore Jessica Verzulli, coordinatrice regionale di Forza Italia Giovani Abruzzo. “Invece di far visita alle tantissime imprese in crisi, di venire a discutere dei molteplici problemi che attanagliano la nostra Regione, dall'aeroporto d'Abruzzo alla sanità - dice - Renzi sceglie le solite passerelle politiche a cui ci ha abituato anche D'Alfonso. Invitiamo il Presidente del Consiglio a non fermarsi alla Walter Tosto, ma a proseguire il suo viaggio lungo tutta l'area industriale, osservando quanti stabilimenti hanno chiuso e quanti posti di lavoro sono stati persi in quelli che sono ancora aperti. Sarebbe una visita molto più utile e meno ipocrita”. In questo momento, mentre Renzi è in viaggio verso Chieti, il movimento giovanile di Forza Italia sta partecipando al tweet storm promosso dal gruppo nazionale, a suon di hashtag #renziabusivo e #dueannidiregime. 

Da destra a sinistra, contro la visita di Renzi alla Walter Tosto anche il presidente de L’Altra Chieti Alessandro Fortuna. “Proprio per il fatto che la Walter Tosto insiste ed investe ancora sull’area teatina, sorge spontanea una domanda. Perché Renzi non fa visita agli oltre 100 dipendenti della Thales o ai 50 delle Teateservizi che vedono a rischio il loro posto di lavoro? Perché non fa visita ai dipendenti degli Istituti Riuniti San Giovanni Battista che devono far fronte a mesi di stipendio arretrato, oppure ai lavoratori sottopagati della Chieti Solidale, che nonostante tutto ogni giorno recano un servizio essenziale alla nostra comunità?”. 

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Spot
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

E aggiunge: “Il nostro premier farà notare quanti altri posti di lavoro saranno a rischio con il decreto attuativo della riforma Madia sulle partecipate? La realtà dello scenario occupazionale teatino è arida e, soprattutto, precaria e in alcun modo rispecchia gli annunciati plausi per i fantomatici successi del Jobs Act”.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coronavirus: quali sono i sintomi, come si trasmette e i modi per tutelarsi dal contagio

  • L'infettivologo: "Aspettiamoci 2-3mila casi in Abruzzo. Fine di questa fase? Almeno altre 4-6 settimane"

  • Scontro auto-tir in via Aterno, 40enne in gravi condizioni

  • Covid-19, il laboratorio dell'Ud'A di Chieti pronto per eseguire i test: si parte con gli operatori sanitari

  • Coronavirus: altri sei morti in Abruzzo, due erano della provincia di Chieti

  • Scontro tra un' auto e un tir in via Aterno, un uomo è rimasto ferito

Torna su
ChietiToday è in caricamento