Maggioranza in crisi, Di Primio: "Forza Italia tiene sotto scacco la città"

Dopo il rifiuto forzista del rimpasto delle deleghe, il sindaco di Chieti attacca i cinque consiglieri "ribelli"

Dopo il rifiuto del rimpasto delle deleghe da parte dei consiglieri di Forza Italia con la conseguente minaccia di non presentarsi al prossimo appuntamento in aula consiliare, la risposta di Di Primio non tarda ad arrivare: il sindaco di Chieti, che ieri sera è partito per le vacanze con la famiglia, ma sarà costretto a tornare per il consiglio, è infuriato.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Spiega che le deleghe degli assessori di Forza Italia non sono mai state messe in discussione ma anzi era stata Forza Italia a proporre di ridimensionare le deleghe dell'assessore  De Matteo. “Loro hanno sempre parlato della delega al Commercio dell’assessore Di Biase - tuona - perché ora che sono stati accontentati non hanno accettato? Stanno tenendo sotto scacco la città”. Infine Di Primio rivolgendosi ai cinque consiglieri forzisti: "Se hanno il coraggio venissero in aula a votare contro il bilancio anziché non presentarsi".

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Vasto e Chieti piangono la scomparsa del professor Domenico Rossi, morto a 50 anni per un malore

  • Paglieta in lutto per Antonella, mamma di tre bambini scomparsa a 34 anni

  • Estate 2020: in spiaggia con la mascherina, sotto l'ombrellone a 1 metro di distanza. Come si andrà al mare

  • Oggi sposi, nonostante il Coronavirus: Jessica e Francesco si sono sposati a Chieti in attesa dei loro gemellini

  • Coronavirus: nessun nuovo caso in provincia di Chieti, ma c'è una persona morta

  • Proprietà e benefici delle fave, da mangiare rigorosamente con “pane onde”

Torna su
ChietiToday è in caricamento