Commissione vigilanza, Fedele: “Governo regionale assente sul trasporto pubblico”

Nota - Questo comunicato è stato pubblicato integralmente come contributo esterno. Questo contenuto non è pertanto un articolo prodotto dalla redazione di ChietiToday

“L'assenza dalla Commissione Vigilanza degli esponenti del governo, in occasione dell'audizione dei vertici ANAV per approfondire importanti questioni su TUA e trasporto pubblico, testimonia una volta di più che la sola forza politica all'interno del Consiglio Regionale che sta provando a essere produttiva e mette i cittadini abruzzesi in cima a ogni priorità, è il MoVimento 5 Stelle. Per l'ennesima volta, chi continua a fare propaganda ha dimostrato di avere intenzione di limitarsi a quella, evitando le fondamentali occasioni di confronto con i portatori di interesse per capire come fornire un supporto concreto alle aziende”.

Il commento arriva dal Consigliere Regionale M5S Giorgio Fedele a seguito della Commissione Vigilanza tenutasi nella giornata di ieri all'Aquila. Prosegue Fedele: “La Giunta regionale e il Sottosegretario D'Annuntiis ha lasciato inascoltati gli auditi, il Presidente dell’Anav, Sandro Chiacchiaretta, e il presidente della Di Fonzo Spa, Alfonso Di Fonzo, su un tema di fondamentale importanza come il trasporto pubblico, seconda voce nel bilancio regionale. In particolar modo era necessario fare luce su un punto molto specifico. Il governo ha infatti concesso a TUA la possibilità di subaffidare a privati un massimo del 20% della rete stradale coperta da i loro servizi. La grande differenza è che, se la Regione garantisce a TUA 2,62 euro per chilometro percorso, questa ha la facoltà di subaffidare il servizio con un bando dal valore massimo di 1,80 euro per chilometro. La differenza che ne scaturisce, finisce direttamente nelle tasche di TUA. Avremmo voluto chiedere al governo regionale come l'azienda dei trasporti abbia intenzione di utilizzare i soldi così ottenuti, dal momento che, con un subaffidamento di circa il 6% della rete stradale, siamo già arrivati a una cifra superiore al milione di euro. Logica vorrebbe che fossero investiti in migliorie tecniche, specialmente alla luce dei numerosi disservizi a cui gli utenti vanno incontro quotidianamente. Autobus con problemi tecnici, corse che non arrivano a destinazione e lasciano a piedi i passeggeri, molto spesso studenti che non possono raggiungere la scuola, sono all'ordine del giorno. Tuttavia, l'assenza di risposte da parte del centro destra ci lascia molto preoccupati al riguardo”.

“Non solo il Sottosegretario D'Annuntiis ha disertato la Commissione, ma perfino gli uffici tecnici non sono voluti intervenire nonostante la richiesta formale del Presidente della Commissione Vigilanza Pietro Smargiassi. Tutto questo è inaccettabile. Ho intenzione di andare in fondo alla questione del subaffidamento e capire se le procedure siano state tecnicamente corrette perché la Giunta Regionale non può restare in silenzio. La difesa dei diritti, e dei soldi, dei cittadini è un dovere del centro destra. Smettano di fuggire dal confronto e affrontino seriamente i problemi e le priorità dell'Abruzzo”, conclude.
 

Torna su
ChietiToday è in caricamento