Bilancio di previsione 2019 arriva in Consiglio, Febo: "Un contenzioso enorme"

Dalla soppressione del trasporto scolastico all’aumento della Tari, fino ai trasferimenti dovuti alla Chieti Solidale: il consigliere di opposizione elenca le criticità che accompagnano il nuovo bilancio a Chieti

Un contenzioso enorme - superiore ai 10 milioni di euro - previsioni investimento che non hanno alcuna certezza e un carico di problemi evidenziati dai precedenti collegi attraverso una lunga serie di riserve e pareri negativi: così il consigliere di opposizione Luigi Febo (Chieti per Chieti) commenta l’arrivo del bilancio di previsione per il 2019, con un mese di ritardo rispetto ai termini fissati, in Consiglio comunale. 

“L’Ente è in condizioni di deficitarietà strutturale, condizione certificata dal mancato rispetto della metà dei parametri previsti dalle specifiche norme e che impongono all’Ente “percentuali di copertura dei servizi a domanda individuale notevolmente rafforzate” – spiega Febo - . La Teateservizi  non riesce a svolgere con efficacia i servizi di riscossione creando enormi problemi di liquidità all’Ente al punto che i revisori chiedono all’amministrazione di effettuare scelte drastiche, consigliandole di valutare anche la eventuale rescissione del contratto di servizio”.

Inoltre, il Collegio torna a risollevare il problema relativo al continuo ricorso all’anticipazione di tesoreria evidenziando che l’importo non restituito al 31.12.2018 ammontava a circa 15 milioni di euro.

“Se a tutto quanto rilevato dai revisori dei conti – prosegue il consigliere - si aggiungono la soppressione del trasporto scolastico e di metà degli asili nido comunali, l’aumento del 15 per cento della Tari dovuta a numerose transazioni con la Società affidataria, una gestione approssimativa dei trasferimenti dovuti alla “Chieti Solidale”, alla Società che gestisce la raccolta dei rifiuti urbani e alla Società che gestisce le mense scolastiche per i servizi erogati – approssimazioni che provocano non poche preoccupazioni agli operatori e alle loro famiglie - il quadro è completo. 

Come opposizione – conclude - stiamo facendo di tutto per mandare a casa questa amministrazione incompetente e pasticciona e ci auguriamo che il partito del sindaco, che in questi giorni sta apertamente contestando l’operato dell’Amministrazione di centro-destra, prenda atto dell’inutilità di mantenere in piedi una baracca che fa acqua da tutte le parti e della necessità di dare una nuova amministrazione alla città che ne ha un disperato bisogno al fine di tornare a parlare di programmazione, di partecipazione dei cittadini, di rilancio della città attraverso anche adeguate politiche di bilancio con scelte decise e, se necessario, anche drastiche”.

Potrebbe interessarti

  • Tumore al seno e all’ovaio: "forte componente ereditaria" nelle donne che hanno effettuato il 'test Jolie'

  • Voglia notturna di cornetto? Ecco le cornetterie aperte a Chieti

  • Ingredienti pericolosi nelle creme solari: è allarme

  • Si cerca uomo scomparso questa mattina a Chieti

I più letti della settimana

  • Tragedia in mare, morti i due ragazzi dispersi in zona Foro

  • È morta Nadia Toffa, amica di Chieti e dell'Abruzzo

  • Ciao Lorenzo, tanta commozione al funerale del ragazzo morto durante una partita di calcetto

  • Ortona, due ragazzi dispersi in mare nella zona del Foro

  • La guida agli eventi del Ferragosto 2019

  • Droga, arrestato insospettabile: spacciava cocaina e hashish

Torna su
ChietiToday è in caricamento