Pedaggi A24-A25, Marsilio rassicura: "Segnali incoraggianti per una risoluzione"

Lo ha detto il governatore da Chieti, a margine della conferenza stampa convocata da Fratelli d'Italia. La rassicurazione arriva dopo il confronto con il capo di gabinetto del Ministero delle infrastrutture

Pare essere scongiurato - almeno per il momento - il rischio aumento pedaggi sulle autostrade A25 e A 25, stando a quando dichiarato ieri a Chieti dal presidente della Regione Abruzzo Marco Marsilio a margine dell'incontro per il passaggio dell'assessore Carla Di Biase da Forza Italia a Fratelli d'Italia.

"Arrivano segnali incoraggianti e ottimistici per una risoluzione, quanto meno per un'ulteriore proroga. Il tempo utile per chiudere la trattativa del piano economico finanziario" ha spiegato il Governatore, rassicurando tutti sull'aumento del 19% dei pedaggi autostradali A24-A25 previsto per il prossimo 1 luglio.

Proprio ieri i consiglieri dei gruppi di centrosinistra in Regione (Giovanni Legnini, Silvio Paolucci, Americo Di Benedetto, Dino Pepe, Sandro Mariani) avevano richiesto formalmente la convocazione del Consiglio regionale straordinario per scongiurare l'aumento dei pedaggi autostradali. "Ad oggi - le parole di Legnini - gli aumenti tariffari sono rimasti sospesi ma non sono soppressi e la concessionaria ne pretende le somme. Per scongiurare questo vero e proprio salasso secondo noi va posto l'aumento a carico della fiscalità generale e devono essere diluiti nel tempo questi incrementi nel Piano economico finanziario. Va applicata la norma approvata nella Legge Finanziaria del 2012 a mia firma che qualifica le nostre autostrade come infrastrutture strategiche nazionali per finalità di protezione civile. Non è una norma neutra, ma impegna direttamente lo Stato perché dispone tra l'altro che se il quadro economico finanziario non è in equilibrio deve essere lo stesso Governo a farsi carico degli aumenti tariffari".

La rassicurazione del Governatore è arrivata dopo il confronto con il capo di gabinetto del Ministero delle infrastrutture, con cui Marsilio dice di essere in contatto costante. "Non ho motivo di ritenere il contrario - ha aggiunto -Naturalmente mi attendo che il ministero mantenga questo impegno e che l'ottimismo sia poi dimostrato nei fatti".

Potrebbe interessarti

  • Si cerca uomo scomparso questa mattina a Chieti

  • Voglia notturna di cornetto? Ecco le cornetterie aperte a Chieti

  • Ragno violino: cosa fare in caso di attacco

  • Roccamontepiano, la festa di San Rocco: tra culto e tradizione

I più letti della settimana

  • Tragedia in mare, morti i due ragazzi dispersi in zona Foro

  • Oggi l'ultimo saluto ad Alessandro e Federico, i fratellini annegati a Ferragosto

  • È morta Nadia Toffa, amica di Chieti e dell'Abruzzo

  • L'auto si sfrena e rischia di travolgere i visitatori del mercatino, ma una giovane coraggio la blocca

  • Più di 20 mila posti di lavoro in Abruzzo: per un terzo si cercano figure introvabili

  • Ortona, due ragazzi dispersi in mare nella zona del Foro

Torna su
ChietiToday è in caricamento