Plastic free, IdeAbruzzo: "Anche a Chieti stop a bottigliette di plastica nelle scuole"

La proposta di Di Ciano. "Si stima che in una classe gli alunni consumino ogni giorno una bottiglietta d’acqua, in un intero anno scolastico circa 4000"

Un invito al Comune di Chieti ad aderire alla plastic free challenge promossa dal Minsitero dell'ambiente. A lanciarla è IdeAbruzzo che chiede al sindaco di rivoluzionare il servizio di refezione scolastica sposando il progetto “Scuola Plastic Free”, che ha come scopo principale quello di abolire completamente l’utilizzo della plastica e che rientra nel programma “Rifiuti Zero”, come sta accadendo in moltissime altre province. 

"Si stima che in una classe gli alunni consumino ogni giorno una bottiglietta d’acqua, in un intero anno scolastico circa 4000. Così un istituto, con una media di circa 25 classi, in un anno scolastico ne utilizzerà 100.000 Se 10 istituti decidessero di dire basta alla plastica usa e getta, verrebbero risparmiate all’ambiente circa 1 milione di bottigliette in un solo anno" sottolinea in una nota Andrea Di Ciano. 

L’iniziativa proposta a sindaco e assessore competente chiede, per l'anno scolastico 2019/2020, un impegno nell’abbandonare stoviglie in plastica monouso, niente più piatti, bicchieri e posate di plastica a scuola, niente più bottigliette né tovagliette di carta "per favorire così il rispetto dell’ambiente in linea con le politiche ambientali a basso impatto inquinante. In alternativa - aggiunge Di Ciano - si potrebbero utilizzare stoviglie compostabili che si biodegradano in tre mesi".

IdeAbruzzo inoltre chiede di promuovere nei plessi scolastici l'installazione di erogatori d'acqua per ridurre l'utilizzo e l'acquisto di bottigliette in plastica. 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coronavirus, famiglie in isolamento a Pescara dopo contatti con contagiati

  • Dai tavoli de "La Pecora Nera" al cinema per adulti: il primo film di Marilena Di Stilio

  • Coronavirus, l'ordinanza della Regione Abruzzo: chi torna da zone a rischio deve comunicarlo al medico

  • Coronavirus, riunione operativa in Regione: obbligo di isolamento per chi ha avuto contatti con le zone rosse

  • Coronavirus, primo caso in Abruzzo: paziente positivo al primo test ricoverato a Teramo

  • Coronavirus: 17enne in isolamento all'ospedale di Vasto, è appena tornata da Padova

Torna su
ChietiToday è in caricamento