Piccoli contadini in erba per il compleanno del mercato di Campagna Amica di Chieti

I laboratori didattici realizzati venerdì mattina in via Arniense con le scuole

Piccoli casari crescono con i tutor contadini: questa mattina (venerdì) nel mercato di Campagna Amica in via Arniense è stata inaugurata la due giorni “Dal campo alla tavola: il valore della filiera corta” in occasione del secondo compleanno del mercato teatino. Dalle 10 alle 12.30, la struttura ha accolto non solo i consumatori ma anche i bambini della scuola primaria di Porta Sant’Anna che si sono improvvisati piccoli contadini aiutati dagli agritutor sotto l’occhio attento delle maestre.

Così, il mercato degli imprenditori di Coldiretti, tra le immancabili bandiere gialle, si è trasformato in una vera e propria “fattoria didattica”, in cui si sono susseguiti tre laboratori: quello del latte per la produzione del formaggio dell’azienda agricola Alessio D’Annunzio di Penne, quello dell’orto per la coltivazione delle piantine da frutto con la bio-cassetta didattica curato dall’azienda agricola di Alfredo D’Eusanio di Ortona e l’esperienza sensoriale dell’olio per riconoscere i sentori dell’evo nuovo con l’azienda agrituristica Scorrano Giuseppe di Pianella. 

La giornata si è aperta con una breve presentazione con il presidente di Coldiretti Chieti Pier Carmine Titti, il direttore di Coldiretti Chieti Luca Canala e il presidente dell’Associazione Agrimercato d’Abruzzo Giuseppe Scorrano che ha evidenziato “la grande attenzione e la curiosità con cui le nuove generazioni si avvicinano a concetti come filiera corta, chilometro zero e vendita diretta”. 

“L’iniziativa di oggi è un modo semplice ma di sicuro effetto per inaugurare una festa di compleanno che dura due giorni - ha spiegato il presidente di Coldiretti Chieti Pier Carmine Tilli – coinvolgendo i più piccoli vogliamo lanciare un invito ben preciso alle famiglie. Quello di avvicinare i propri figli all’agricoltura e di scegliere le produzioni genuine a filiera corta, che sicuramente sono una garanzia di qualità e trasparenza”. 

Il direttore Canala ha invece posto l’attenzione sulla crescita della rete di Campagna Amica e sull’importanza di un mercato come quello di Via Arniense per la città di Chieti “perché ha delle caratteristiche uniche. costituito esclusivamente da produttori agricoli inseriti in una rete controllata e di qualità. Questo mercato non può che essere un punto di riferimento importante per il consumatore più attento che vuole essere certo di ciò che mangia. In questi due anni – ha aggiunto Canala - abbiamo cercato di favorire anche l’inserimento di produzioni tipiche e ricercate, oltre naturalmente ai prodotti di largo consumo come olio, vino, ortaggi. Tra i banchi del mercato si possono trovare produzioni di nicchia, alcune in via di estinzione o di difficile reperimento che i nostri produttori hanno deciso di recuperare per far conoscere al consumatore cittadino”. 

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Nel corso della mattina, alla presenza del vicesindaco di Chieti Giuseppe Giampietro, sono stati anche diffusi i dati relativi all’indice di gradimento del mercato di via Arniense evidenziando la particolare attenzione dei consumatori verso i cibi freschi e di nicchia.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Fibromialgia: finalmente l'Abruzzo definisce le linee guida per diagnosi e trattamento

  • Un male si è portato via il tenente Nicola Di Biase, aveva solo 27 anni

  • Si è spento Giuseppe Sigismondi, titolare della storica tabaccheria lungo corso Marrucino

  • A fuoco chiosco in piazza Garibaldi nella notte

  • Morì all'improvviso durante l'emergenza sanitaria: una messa per ricordare l'autista della Croce Gialla Cocco

  • Speleologi bloccati nella grotta a Roccamorice: trovato morto il terzo, un geologo dello Speleo club di Chieti

Torna su
ChietiToday è in caricamento