Chieti a metà nel Rapporto Ecosistema Urbano, Bevilacqua: "Puntiamo a scalare sempre più la classifica nazionale"

L'assessore commenta la classifica di Legambiente, Ambiente Italia e Il Sole 24 Ore. Chieti guadagna 12 posizioni rispetto al 2018

L’assessore all’Ambiente Alessandro Bevilacqua commenta il risultato di Chieti nel rapporto Ecosistema Urbano 2019 in cui la città si posiziona a metà classifica tra i 104 capoluoghi di provincia ecologicamente più virtuosi d’Italia. Nella classifica redatta da Legambiente, Ambiente Italia e Il Sole 24 Ore il capoluogo teatino guadagna 12 posizioni rispetto all’anno scorso.

"A determinare il punteggio – spiega l’assessore Bevilacqua -  sono stati 18 indicatori distribuiti in 6 aree tematiche: aria, acqua, rifiuti, mobilità, ambiente urbano, energia. Per la nostra città gli indicatori maggiormente positivi sono quelli riguardanti l’estensione delle isole pedonali (14° posto con 0,72 mq per abitante) e l’efficienza della depurazione (25° posto con una percentuale del 65%). Non altrettanto soddisfacenti i risultati riguardanti le infrastrutture ciclabili soprattutto in ragione della conformazione geomorfica del territorio. Stazionari invece i dati sulla raccolta differenziata e la piantumazione di alberi.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Ecosistema urbano: Chieti al 52esimo posto

Grazie ai programmi di sviluppo sostenibile che l’amministrazione del sindaco Di Primio sta perseguendo – prosegue l’assessore – siamo fiduciosi che i dati riguardanti la mobilità, l’ambiente urbano, l’aria, l’energia e la raccolta differenziata subiranno continui miglioramenti. L’imminente introduzione delle isole ecologiche per il corretto smaltimento dei rifiuti, i nuovi autobus ecosostenibili, le 12 stazioni di bike sharing e di ricarica per mezzi elettrici autoalimentate a pannelli fotovoltaici sparse su tutto il territorio comunale, la pista ciclopedonale a Chieti Scalo nel tratto “Stadio Angelini- Stazione ferroviaria, San Martino” lunga 5,5 km, le nuove centraline per il rilevamento della qualità dell’aria, la realizzazione di nuovi collegamenti pedonali nelle strade del centro storico e i progetti in atto per l’eliminazione della plastica sapranno dare il giusto impulso per scalare la classifica nazionale e soprattutto diffondere stili di vita sostenibili, proteggendo il territorio e chi lo vive”. 
 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Fibromialgia: finalmente l'Abruzzo definisce le linee guida per diagnosi e trattamento

  • Un male si è portato via il tenente Nicola Di Biase, aveva solo 27 anni

  • Schianto frontale nella notte: muore un giovane di 22 anni, ferita una donna [FOTO]

  • Il teatro piange Maria Grazia Montante, regina della compagnia I Marrucini

  • Ascanio Celestini, Lino Guanciale e gli Avion Travel: estate di grandi nomi a Guardiagrele

  • “Morti aspettando la cassa integrazione”: necrologi shock di CasaPound davanti alla sede Inps

Torna su
ChietiToday è in caricamento