Studenti teatini pronti a partire per un anno di studio all'estero

Sono in tutto 11 gli abruzzesi selezionati da Intercultura per un'esperienza immersi in una cultura totalmente diversa dalla loro

Anche da Chieti partiranno gli studenit delle scuole secondarie di secondo grado pronti a fare un'esperienza di studio all'estero, dopo essere stati selezionati dai volontari di intercultura del Centro locale di Pescara. Partiranno adolescenti e torneranno uomini e donne pronti a prendere in mano le loro vite e a muoversi con maggiore disinvoltura nella società. 

In tutto, dall'Abruzzo partiranno in 11, dopo aver frequentato una serie di incontri di formazione per arrivare preparati alla loro esperienza all'estero, dove saranno ospiti di una famiglia e frequenteranno la scuola locale. I ragazzi selezionati sono stati premiati domenica scorsa nella Casa di accoglienza Santa Maria di Nazareth di Francavilla al Mare. 

Nel corso della cerimonia di consegna delle pergamene, sono stati anche salutati gli studenti stranieri ospitati da famiglie e scuole abruzzesi, perché il progetto educativo di Intercultura contribuisce alla costruzione di “un ponte tra le culture”, in un momento storico dove la crisi del dialogo interculturale è sempre più acuita nonostante viviamo in un mondo globalizzato e interconnesso. Presenti all’incontro anche docenti e tutor scolastici ai quali va un ringraziamento particolare dell’associazione.

Intanto, si cercano già i ragazzi pronti a partire nell'anno scolastico 2020-2021: sul sito di Intercultura possono candidarsi studenti nati tra il 1° luglio 2002 e il 31 agosto 2005 (ovvero, indicativamente di 15-17 anni di età). 

Potrebbe interessarti

  • Una docente teatina ad Auschwitz per la conferenza mondiale sui genocidi

  • La Fondazione Telethon finanzia un progetto di ricerca dell'università d'Annunzio

  • Come diventare un interior designer di successo?

I più letti della settimana

  • Si arricchisce l'offerta formativa della d'Annunzio: tre corsi in più dal prossimo anno accademico

  • L'università d'Annunzio non decolla per il Censis: ultima tra i "grandi atenei"

  • “Morte cardiaca improvvisa, prima causa di morte”, se ne parla in un congresso all'Ud'A

  • Corsi di laurea a numero chiuso: le date dei test d'accesso e i corsi di preparazione

  • Una docente teatina ad Auschwitz per la conferenza mondiale sui genocidi

  • Studenti teatini pronti a partire per un anno di studio all'estero

Torna su
ChietiToday è in caricamento