Scuola, assunzioni e lavoro: le aziende abruzzesi assumono ma mancano figure professionali preparate

Mancano effettivamente persone qualificate, soprattutto per quanto riguarda la ricerca dei profili legati alla manifattura

Per il 2020 sono previste circa 342.040 assunzioni nell’area del Centro Italia, anche nella nostra regione. Le figure ricercate saranno principalmente ingegneri e informatici adeguatamente specializzati ma anche tecnici, impiegati e operai nei settori edile, chimico e metalmeccanico. Inoltre ci saranno molti annunci rivolti agli operatori del settore turistico-alberghiero, in particolar modo cuochi e camerieri.

Se fin qui sembra una buona notizia, di fatto mancano effettivamente persone qualificate, soprattutto per quanto riguarda la ricerca dei profili legati alla manifattura.

Unioncamere ci ha fornito, un quadro di ingresso dei lavoratori nel periodo novembre 2019-gennaio 2020, in Emilia Romagna, Toscana, Lazio, Marche, Abruzzo, Umbria, Molise. L’analisi mostra una buona vitalità del tessuto produttivo-imprenditoriale locale ma uno scarso riscontro di figure professionali; il mismatch ha ormai raggiunto livelli record.

Si tratta di un vero e proprio paradosso, considerato che la disoccupazione giovanile in Italia è intorno al 30%.

È dunque importante:

un tempestivo orientamento dei giovani, rendendoli consapevoli insieme alle famiglie delle opportunità reali del mercato del lavoro

queste le parole di Giuseppe Tripoli, segretario generale di Unioncamere, e prosegue:

Da qui a 5 anni, 6 nuovi occupati su 10 dovranno avere una laurea o un diploma, con una formazione specifica in materia di digitale e green economy e/o competenze tecniche.

Sabrina De Santis, responsabile Education di Federmeccanica, racconta:

In Emilia Romagna, così come in Toscana, Abruzzo, Umbria ormai in un caso su due le aziende metalmeccaniche non riescono a trovare manodopera specializzata. E lo stesso vale per i periti metalmeccanici cercati anche da altri settori.

È ormai urgente una strategia nazionale sulla scuola. Un piano straordinario di orientamento verso le materie Stem anche attraverso la formazione dei docenti, in particolare quelli delle medie, e rafforzare il legame con le imprese.

Purtroppo, ancora oggi, si sceglie la scuola non tenendo conto dei possibili sbocchi occupazionali e questo crea un forte blocco nel già debole rapporto tra domanda e offerta.

Abruzzo: le professioni più cercate

lavoro 2019-2

Il grafico è stato fornito da Unioncamere – Anpal, Sistema Informativo Excelsior 2019.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • L'alberghiero di Villa Santa Maria apre le porte e si presenta a Megalò

  • Chef abruzzesi, corso gratuito e tirocinio retribuito in un ristorante storico

  • Consiglio comunale dei ragazzi: eletti i nuovi presidente e vice

  • Progetto “Banco Scuola” a Brecciarola, donato materiale didattico e di cancelleria

  • Sport, gli istituti comprensivi di Chieti e provincia aderiscono ai progetti del Coni

  • Matricola per un giorno: open day per l'orientamento all'università d'Annunzio

Torna su
ChietiToday è in caricamento