150 docenti a Chieti per il corso del Movimento di Cooperazione Educativa

Resteranno in città da martedì a domenica per formarsi, confrontarsi con i colleghi e visitare le bellezze del posto

Martedì 2 luglio, alle ore 17, nel salone di rappresentanza del Palazzo del Governo di Chieti, si terrà l’incontro di apertura del corso nazionale di formazione per docenti di ogni ordine e grado dal titolo “Cantieri per la formazione: attraversare il conflitto. L'educazione crea ponti, abbatte muri".

Il corso, organizzato dal Movimento di Cooperazione Educativa, è in programma dal 2 al 5 luglio e vede coinvolti circa 150 docenti provenienti da tutta Italia. 

Il primo giorno, i partecipanti si ritroveranno con gli organizzatori in piazza G.B. Vico, alle ore 14.30, per essere accompagnati in un breve percorso di visita che toccherà alcuni siti archeologici della città, quali i tempietti romani, il teatro romano, il Parco Archeologico della Civitella.

Alle ore 17, giungeranno a Palazzo del Governo, dove verranno accolti dal prefetto Giacomo Barbato e parteciperanno alla seduta plenaria di apertura del corso nel salone storico di rappresentanza, già sede di eventi istituzionali e culturali di particolare rilievo per il territorio.

Oltre al prefetto, presiederanno l’incontro la dirigente dell’Ufficio Scolastico provinciale Maristella Fortunato, il rettore del convitto G.B. Vico Paola Di Renzo e la delegata Mce di Chieti Maria Antonietta Ciarciaglini; svolgeranno quindi specifiche relazioni i docenti Eide Spedicato, Ilaria Filograsso, Davide Tamagnini e Rosine Le Bohec.

Le attività di aggiornamento professionale si svolgeranno all’interno del convitto G.B.Vico e sono previste anche attività volte alla conoscenza del patrimonio artistico-culturale di Chieti. 

Potrebbe interessarti

  • Una docente teatina ad Auschwitz per la conferenza mondiale sui genocidi

  • La Fondazione Telethon finanzia un progetto di ricerca dell'università d'Annunzio

  • Come diventare un interior designer di successo?

I più letti della settimana

  • Si arricchisce l'offerta formativa della d'Annunzio: tre corsi in più dal prossimo anno accademico

  • L'università d'Annunzio non decolla per il Censis: ultima tra i "grandi atenei"

  • “Morte cardiaca improvvisa, prima causa di morte”, se ne parla in un congresso all'Ud'A

  • Corsi di laurea a numero chiuso: le date dei test d'accesso e i corsi di preparazione

  • Una docente teatina ad Auschwitz per la conferenza mondiale sui genocidi

  • Studenti teatini pronti a partire per un anno di studio all'estero

Torna su
ChietiToday è in caricamento