#NoiRestiamoaChieti: un video al giorno per raccontare le bellezze di Chieti e intrattenere i cittadini

L'idea della storica dell'arte Lupo per animare le giornate dei teatini chiusi in casa per il Coronavirus, a cui hanno già aderito tantissimi

La storica dell'arte Mariapaola Lupo

Intrattenere i cittadini costretti a stare a casa con videoclip sulla storia e il patrimoio artistico di Chieti. È lo scopo dell'iniziativa #NoiRestiamoaChieti #noirestiamoacasa, ideata dalla storica dell'arte Mariapaola Lupo, ispirata dalle iniziative di molti musei nazionali e internazionali, che mira alla valorizzazione del nostro patrimonio cittadino. 

Nascono così le "videoclip teatine", che racconteranno cultura, sport, storia e patrimonio artistico di Chieti e verranno diffuse sui canali social. Un modo per intrattenere non solo i cittadini di Chieti, ma anche chi voglia conoscere di più sulla città. 

Il progetto, da subito appoggiato dal sindaco Umberto Di Primio e condiviso dall'amministratore del gruppo "Chieti su Facebook", prevede un appuntamento video giornaliero, in cui personaggi ed esperti di storia locale parleranno della città. I video saranno trasmessi dalle ore 15 di ogni giorno, a partire da domenica (15 marzo) e saranno condivisi anche sulla pagina Facebook del sindaco Di Primio, che aprirà la rassegna. 

Finora hanno offerto il proprio contributo Aurelio Bigi, Maria Di Iorio, Filippo Rosa, Daniele Mancini, Stefano Marchionno, Giampiero Perrotti, Mario Canci, Donatella Di Giovanni, Francesco Paolo Stoppa, Federica Rosa, Ulrico De Cesare, Dino Viani, Marcello Benegiamo, Cristiano Sicari, Giustino Angeloni. 

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Spot
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Tra i video verrà dato risalto alla storia e all'arte di Chieti, tra ordini monastici e famiglie nobiliari; ai tesori custoditi al museo Barbella; alla storia della Chieti calcio; alle Confraternite di Chieti; all'archeologia cittadina; al teatro Marrucino; al Guerriero di Capestrano e al Mausoleo di Lucius Storax; al Gran criterium Vettourette; a "Lu ricchiappe"; alla processione del Venerì Santo; alla Befana del Vigile; alla squadra di basket Chieti Birra Moretti, che raggiunse la serie A negli anni Settanta; all'antica Capella musicale teatina; alla mostra di abiti tradizionali abruzzesi all'interno del museo La Civitella; alla filmografia che ha interessato la città di Chieti, alle storie e agli aneddoti della cucina tradizionale teatina; alle "Madonnelle" del centro storico; alla storia dei siti industriali di Chieti Scalo.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coronavirus: quali sono i sintomi, come si trasmette e i modi per tutelarsi dal contagio

  • Se ne è andata la professoressa Lea Curti Pancella

  • Coronavirus: 116 nuovi casi in Abruzzo, 40 in provincia di Chieti

  • Coronavirus: dimesso dall'ospedale un paziente trattato con il farmaco sperimentale Tocilizumab

  • Rallentano i decessi: cinque anziani morti nelle ultime ore, uno è di Ortona

  • Coronavirus in Abruzzo, Marsilio: "Un pizzico di speranza dai dati dei nuovi contagi"

Torna su
ChietiToday è in caricamento