Premio Marrucino, parte la stagione di teatro dialettale

Otto appuntamenti dedicati alle compagnie abruzzesi. Si comincia venerdì 11 gennaio con la commedia "Ci s'ammalate lu morte"

I Marrucini

Comincia venerdì 11 gennaio, alle 21, la terza edizione della rassegna di teatro dialettale "Premio Marrucino 2019", organizzata dalla Deputazione Teatrale Teatro Marrucino  con la collaborazione della F.I.T.A. Abruzzo (Federazione Italiana Teatro Amatori). La rassegna, composta da sette spettacoli in concorso e uno fuori concorso, vuole dare spazio alle compagnie teatrali amatoriali abruzzesi che, con passione ed impegno, contribuiscono a salvaguardare e valorizzare un importante patrimonio linguistico collettivo.

La giuria tecnica, presieduta dal professor Massimo Pasqualone e composta dal dottor Alberto Cremonese, dalla dottoressa Giovanna Di Felice, dalla professoressa Caterina Piccirilli, dalla signora Maria Laura Di Petta e dal dottor Ugo Iezzi avrà l'arduo compito di aggiudicare i seguenti premi: alla migliore compagnia verrà assegnato il Premio Marrucino 2019 ovvero allo spettacolo migliore sul piano drammaturgico, registico ed interpretativo, poi la migliore regia, la migliore attrice protagonista, il migliore attore protagonista, la migliore ricerca linguistica, la migliore attrice o migliore attore caratterista e la migliore attrice o migliore attore giovane emergente. Sulla base del giudizio espresso dal pubblico sarà invece conferito il premio della giuria Ppopolare alla compagnia più gradita. La rassegna sarà presentata da Loredana Verticelli, della Compagnia “I Marrucini”.

Gli spettacoli

Aprirà ufficialmente il Premio Marrucino venerdì 11 gennaio la compagnia "Il Carrozzone" di Morro D'oro portando in scena la commedia "Ci s'ammalate lu morte", scritta e diretta da Antonio Capuani.

Questi gli altri appuntamenti: venerdì 25 gennaio ci sarà la compagnia "Pretalucente" di Gessopalena con due atti unici "Lu decore" e “La moje e l'asine” di Vincenzo Bozzi con la regia di Maurizio Melchiorre, compagnia vincitrice della rassegna di teatro dialettale “Aspettando il Premio Marrucino”;  venerdì 22 febbraio la compagnia "Il gruppo dell'Aquila" di L'Aquila si esibirà con la commedia "Nu testamentu espressu" scritta e diretta da Rossana Crisi Villani; venerdì 15 marzo la compagnia "Da grande voglio crescere" di Chieti andrà in scena con la commedia "Nozze di sangue" di Federico Garcia Lorca, diretto da Camela Caiani; venerdì 29 marzo la compagnia "I giovani amici del Teatro" di Pescara porterà in scena lo spettacolo "Chi m'abbattezze mi è cumbare" scritto e diretto da Paolo Crisante; venerdì 12 aprile la compagnia “Le Muse” di Castelnuovo Vomano presenterà la commedia “Core de tatone” scritto e diretto da Marina Di Carluccio; venerdì 26 aprile la compagnia "Amici della ribalta" di Lanciano sarà in scena con lo spettacolo "Non ti conosco più" scritto da Aldo De Benedetti con la regia di Luigi Marfisi.

A chiudere la rassegna, venerdì 10 maggio dopo la cerimonia di premiazione del Premio Marrucino, sarà lo spettacolo fuori concorso "Chi và... e chi sa recunzole..." rappresentato dalla storia Compagnia "I Marrucini" di Chieti, scritto e diretto da Antonio Potere.

L'ingresso unico agli spettacoli è di 10 euro, l'abbonamento agli 8 spettacoli 60 euro. 

Potrebbe interessarti

  • La vastese Roberta Petroro sposa mister Oddo

  • Aperitivo a Chieti: 6 locali da non perdere

  • Lotta tumore al seno: attivato il progetto di prevenzione gratuita a Chieti

  • Come difendersi dalle zanzare: 7 consigli utili

I più letti della settimana

  • Bucchianico, incidente in moto: muore giovane ragazzo

  • Dolore a Bucchianico per Daniele, morto mentre provava la moto dell'amico: oggi lutto cittadino

  • Evade oltre 700mila euro: sequestrati conti correnti e villa al titolare di azienda vitivinicola

  • Caldo killer, malore sulla spiaggia a Ortona: muore a 50 anni

  • Il sindaco di Chieti si è dimesso: "Non ci sono le condizioni per andare avanti"

  • Saldi estivi, manca poco: ecco quando iniziano

Torna su
ChietiToday è in caricamento