Burlesque, dj, le grandi orchestre abruzzesi e tanta voglia di emozioni ad Amami Teatro

Dopo l'acclamata edizione numero zero torna l'originale format che tiene aperto il teatro Marrucino 24 ore su 24 per cinque giorni. Il programma

Amami Teatro 2018

Ottomilaseicentoquaranta minuti di spettacolo dal vivo: una maratona che non ha eguali quella di Amami Teatro. Tutto è quasi pronto al Marrucino per bissare il successo dell’originale format lanciato un anno fa dalla Deputazione teatrale di Chieti.

Dalle ore 23 di martedì 17 dicembre e fino alla stessa ora di domenica 22, oltre cinquecento artisti si alterneranno volontariamente sul palcoscenico più ambito d’Abruzzo per dare vita a una maratona culturale che promette di stupire tutti.

A curarla, assieme al teatro Marrucino, la delegazione Fai di Chieti, la Cna e la Soprintendenza archeologia, belle arti e paesaggio dell’Abruzzo.

Musica, rappresentazioni, concerti, mostre per emozionarsi a tutte le ore e aprire le porte del teatro, che sarà accessibile a tutti.

"In programma ci sarà anche qualcosa che forse farà storcere la bocca a qualcuno - ha dichiarato in conferenza stampa il presidente della Deputazione teatrale, Cristiano Sicari -  ma noi lo accoglieremo con gioia, perchè anche il dissenso è una manifestazione di attenzione e prenderemo lezione da queste cose.  Siamo certi che anche quest'anno il risultato di Amami Teatro sarà più che soddisfacente".

Spettacoli e concerti

Impossibile elencare tutti gli appuntamenti, anche in virtù del fatto che, data la natura del contenitore, potrebbero esserci dei fuori programma, ma tra le esibizioni da segnare in agenda sicuramente trovano spazio quelle (gratuite come tutte le altre) delle orchestre regionali: l’Istituzione Sinfonica Abruzzese, l’orchestra del Conservatorio G. Braga di Teramo, quella del Conservatorio Luisa D’Annunzio di Pescara e dell’Accademia Musicale Pescarese. Uno spettacolo inconsueto sarà invece quello che trasformerà per la prima volta il Marrucino in una sorta di Moulin Rouge parigino: “Burlesque Mon Amour” con le performer Chloe Mirage  Crazy Cat e Immodesty Crystal e presentato da Janette Jolie.

Tornerà nel fine settimana anche la silent disco in teatro con tre piste musicali: classica, classica remix e ambient trance tra laser, luci e nuovi ritmi nella bellezza del patrimonio del Marrucino.

Amami teatro non dimentica Simona Petaccia e il suo impegno per l'accessibilità: la giornalista e presidente della onlus Diritti Diretti scomparsa la scorsa estate sarà ricordata con la messa in scena, la sera del 21 dicembre, di “Fascino a rotelle”, commedia brillante in due atti scritta da Dario Scarpati che, come amava dire la stessa Simona, “scavalca l'idea romanzata della disabilità”.

E poi torneranno I 4 Santi con la loro comicità, ci saranno Marco Papa e Milo Vallone con "La poesia da Iachille a Leo .. Pardo”, l’artista della sabbia Erica Abelardo.

Mostre e incontri

Spazio anche alla formazione con la master class di violino a cura del direttore artistico del teatro Marrucino Ettore Pellegrino, alle lezioni di docenti e storici del teatro, alle performance degli allievi della scuola di recitazione del Marrucino e di tanti altri.

La notte, invece, prenderanno forma strane creature del passato che hanno abitato il teatro grazie ai tour guidati dal Fai, previsti all’1 e alle 2. Nelle mattine dal mercoledì al sabato, invece, le scuole saranno accolte a teatro dagli “apprendisti ciceroni” e dai maestri musicisti e artigiani. Il sottopalco, per l’occasione, ospiterà uno o più artigiani costruttori di strumenti musicali e di altri manufatti.

Gli avventori potranno inoltre visitare e approfondire la storia della realizzazione del sipario dipinto dal pittore napoletano Giovanni Ponticelli nel 1875: in occasione del dispiegamento del sipario storico apparirà Gaio Asinio Pollione che rievocherà momenti vissuti nella Teate Marrucinorum.

 Amami Teatro sarà anche l’occasione per esporre strumenti e componenti musicali prodotti da imprese artigiane e aziende di eccellenza del territorio abruzzese: violini, contrabassi, ottoni, organetti, corde per violino per musica barocca.

Tra le novità di quest'anno una breve rassegna cinematografica, promossa dalla Sopritnendenza, sul confine fra teatro e cinema, durante la quale si potrà assistere a proiezioni di grandi capolavori della filmografia.

E ancora: un’area del teatro Marrucino sarà destinata al trucco di scena, un’altra alla vestizione in costume con la collaborazione della scuola di formazione SEM di Pescara che permetterà a chi lo vorrà di “diventare” personaggio teatrale. 

Non mancheranno attività per bambini e le degustazioni a cura di Slow Food Chieti che, ogni sera e a mezzanotte, nel foyer bar, offrirà una degustazione dei vini offerti da alcune cantine del territorio. La parte musicale della kermesse è a cura del maestro Giuliano Mazzoccante.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Auto in bilico sullo strapiombo, tragedia sfiorata in via della Liberazione

  • Il principe Alberto di Monaco in visita privata alle tenute Masciarelli

  • A fuoco camion che trasportava agrumi: chiusa l'autostrada tra Francavilla e Chieti

  • Le 4 migliori pasticcerie di Chieti secondo Tripadvisor

  • La troupe della Rai gira sulla Majella per la trasmissione di Alberto Angela

  • Fuggono all'alt della polizia, folle inseguimento in centro sul motorino rubato

Torna su
ChietiToday è in caricamento