A Certain Attitude The Band, grande attesa per il concerto del Teate Winter Festival

Apre l’evento all’Auditorium Cianfarani un giovane musicista abruzzese affetto da una patologia rarissima

C’è grande attesa a Chieti per il concerto della “A Certain Attitude The Band”, previsto per sabato 17 novembre, alle ore 21, all’Auditorium V. Cianfarani, nell’ambito della quarta edizione del Teate Winter Festiaval, che fino al 6 gennaio trasforma la città nella capitale del jazz con eventi ed iniziative, musicali e non solo, dal richiamo nazionale ed internazionale.

Il concerto sarà aperto da Federico Santangelo, 23enne affetto da una patologia genetica grave, di cui nel mondo sono stati studiati solo dieci casi. Residente a Roccamorice, il giovane, che non legge, non scrive e non comunica, ha scoperto la strada della sua “rivincita” con la musica. Suona infatti la tastiera elettronica, con un repertorio di circa sessanta brani, tutti eseguiti senza spartito, grazie ad un’eccellente memoria.

A Certain Attitude The Band è composta da Gregory Rivkin (tromba), Tony Pancella (piano), Henning Sieverts (contrabbasso), Matthias Gmelin (batteria), musicisti di rilievo internazionale. Il gruppo prende il nome dal titolo di una composizione del pianista James Williams, e per una giusta ragione: James Williams, Mulgrew Miller, Donald Brown, Woody Shaw sono alcuni dei compositori contemporanei preferiti dai musicisti della band.

Tony Pancella ha le radici del suo stile nella Black American Music ed è stato allievo di James Williams, la sua carriera lo ha visto al fianco di grandi nomi del Jazz internazionale tra i quali Lee Konitz, Phil Woods, Helen Merrill,Buddy De Franco, Ray Mantilla, Keith Copeland, Charles Tolliver, e moltissimi altri; Matthias Gmelin è uno dei più richiesti batteristi della scena jazzistica in Germania, non ultima la intensa collaborazione con il vibrafonista Joe Chambers,  Henning Sieverts è un musicista poliedrico presente in molte registrazioni discografiche ed innumerevoli collaborazioni in Europa, ed è la "spina dorsale" del gruppo, con il suo suono roccioso e lo swing intenso.

Il trombettista e co-leader Gregory Rivkin si è guadagnato una solida reputazione internazionale nei club e teatri di New York dove ha suonato con la Elvin Jones Jazz Machine, la Mingus Big Band, ecc. Ha debuttato alla Carnegie Hall nel 2006.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Dolore e sgomento per la morte di Ottavio De Fazio, il motociclista caduto durante un'uscita

  • Impiegata positiva al Covid-19, chiude ufficio postale di Francavilla al Mare

  • I benefici del fitwalking, la camminata veloce che fa perdere peso

  • Schianto mortale lungo la Tiburtina: motociclista di Chieti perde la vita

  • Ex carabiniere ucciso con tre colpi di pistola: caccia all'assassino e al complice che l'ha aiutato a fuggire

  • SpaceX sui cieli di Chieti: emozione per il lancio della navicella nello spazio

Torna su
ChietiToday è in caricamento