Balli, canti e spensieratezza: il centro si anima grazie al Carnevale popolare teatino

Centro storico pieno di gente per assistere al Carnevale di Camminando Insieme. Un pomeriggio all'insegna dell'allegria promosso da gran parte dei partecipanti

Carri allegorici, bambini e trombette hanno colorato il centro città ieri pomeriggio in occasione dell'unidicesima edizione del Carnevale popolare teatino: la manifestazione all'insegna della tradizione curata ogni anno dalla onlus Camminando Insieme con la collaborazione di tante altre associazioni.

Un pomeriggio tra divertimento e spensieratezza. Grazie anche alle temperature gradevoli, tantissime persone si sono godute il clima festoso all'aperto riversandosi lungo corso Marrucino, piazza Valignani, piazza Vico dove si è snodato il rumoroso corteo partito verso le 16 da piazza Garibaldi. In testa i carri allegorici, i costumi realizzati con impegno in materiali riciclati e i Pulcinella - simbolo della rievocazione - bianchi con i nastri colorati a rappresentare l’uscita dall’inverno e l’arrivo luminoso della primavera. Il Carnevale popolare teatino è infatti una rappresentazione ricca di simboli e significati, come i cappelli conici degli stessi Pulcinella che simboleggiano il desiderio di avvicinamento alla divinità.

Canti, balli e strumenti popolari come organetti, tamburelli e fisarmonica hanno contribuito ad animare la città e a rallegrarne l'atmosfera.

Il culmine della manifestazione quando ormai era buio in piazza G.B. Vico con la pantomima e il falò di re Carnevale, un rito legato al desiderio di ritorno della fertilità della terra. 

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Fibromialgia: finalmente l'Abruzzo definisce le linee guida per diagnosi e trattamento

  • Un male si è portato via il tenente Nicola Di Biase, aveva solo 27 anni

  • Si è spento Giuseppe Sigismondi, titolare della storica tabaccheria lungo corso Marrucino

  • Speleologi bloccati nella grotta a Roccamorice: trovato morto il terzo, un geologo dello Speleo club di Chieti

  • Il teatro piange Maria Grazia Montante, regina della compagnia I Marrucini

  • Ascanio Celestini, Lino Guanciale e gli Avion Travel: estate di grandi nomi a Guardiagrele

Torna su
ChietiToday è in caricamento